Carlotta Giudicelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carlotta è un personaggio immaginario creato da Gaston Leroux per il suo celebre romanzo “Il Fantasma dell'Opera”. Il ruolo che ricopre nel romanzo di Leroux è marginale, ma assume maggior importanza nel musical di Andrew Lloyd WebberThe Phantom of the Opera”.

Nel romanzo[modifica | modifica sorgente]

Nel romanzo originale Carlotta appare soltanto nei primi capitoli. Carlotta è descritta come un'attempata soprano spagnola che viene minacciata dal Fantasma dell'Opera affinché non canti (il Fantasma vuole infatti favorire la sostituta di Carlotta, Christine Daaé) Quando sale sul palco, disobbedendo agli ordine del fantomatico persecutore, e comincia a cantare, dalla sua bocca escono soltanto gracidii e versi striduli, tanto che il pubblico la paragona ad un rospo. Ciò perché Erik, essendo un ventriloquo straordinario, proietta la sua voce facendo credere al pubblico (e a Carlotta stessa) che sia stata la cantante a gracidare.

In “The Phantom of the Opera[modifica | modifica sorgente]

Nella produzione di Andrew Lloyd Webber il personaggio cambia radicalmente, avendo più carattere ed importanza. Carlotta, il cui cognome si scopre essere “Giudicelli”, è italiana, ed è la primadonna dell'Opéra Garnier di Parigi. Carlotta ha una relazione con il tenore Ubaldo Piangi, di cui è l'amante. Tuttavia, Carlotta non sembra particolarmente legata al tenore, tanto che nella prima parte del primo atto flirta con Raoul e con i nuovi impresari, scatenando la gelosia di Piangi. È una soprano molto famosa, nonostante la sua voce sia ormai incrinata a causa dell'età, ed ha costantemente un comportamento divistico e prepotente. Quando Christine comincia a diventare popolare, Carlotta, sentendosi minacciata, diventa ostile nei confronti della giovanissima soprano, scatenando l'ira del Fantasma, che ne critica il comportamento e le ormai insufficienti doti canore. Nel secondo atto, Carlotta lotta strenuamente per poter ricoprire il ruolo principale nell'Opera del Fantasma, il Don Juan Triumphant, ma invano. Quando Meg Giry scopre il cadavere di Piangi garrottato dal Fantasma, il soprano cade sul corpo dell'amato piangendo ed accusando gli impresari.

Interpreti[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio (una viziata cantante lirica a fine carriera) necessità chiaramente di un approccio parodistico. La cantante che interpreta il ruolo di Carlotta deve comunque disporre di un'adeguata preparazione lirica per rendere credibili le impennate istrioniche del personaggio. Deve ovviamente risultare vocalmente inferiore rispetto a Christine (generalmente adottando un canto più pomposo e meno aggraziato).

Tra i soprano di coloratura che hanno ricoperto questo ruolo ricordiamo:

  • West End: Rosemary Ashe (Cast originale), Maria Moll, Morgan McLaren, Julia Goss, Sandra Dugdale, Paula Bott, Valda Aviks, Rosemarie Arthars, Jasna Ivir, Margaret Preece, Shan Cothi, An Lauwereins, Nan Christie, Judith Garder Jones, Sally Harrison, Kate Radmilovic e Rebecca Lock e Wendy Ferguson (l'attuale Carlotta a Londra).
  • Nell'adattamento cinematografico del 2004, Carlotta è stata interpretata dalla cantante rock Minnie Driver. Ma la Driver, non avendo la preparazione tecnica nel canto impostato che il ruolo ricopre, è stata doppiata dal soprano Margaret Preece. L'unica canzone cantata veramente dalla Driver è “Learn to Be Lonely”, durante i titoli di coda.
  • Nel concerto per il 25º Anniversario del musical alla Royal Albert Hall il ruolo di Carlotta è stato affidato al soprano statunitense Kiera Duffy, poi sostituita all'ultimo momento da Wendy Fergson.

Canzoni cantate[modifica | modifica sorgente]