Hitman (fumetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hitman
Universo Universo DC
Lingua orig. Inglese
Alter ego Tommy Monaghan
Autori
Editore DC Comics
1ª app. 1993
1ª app. in The Demon Annual 2
Editore it. Play Press
app. it. febbraio 1997
app. it. in Batman n. 40
Etnia irlandese
Luogo di nascita Gotham City[1]
Data di nascita 1972[1]
Abilità
  • Vista a raggi-X
  • poteri telepatici (può leggere le menti altrui)
Parenti
  • Katie Monaghan, madre (deceduta)
  • Frances, Johnny, Billy e Philomena, fratelli (deceduti)
  • Tom Dawson, padre illegittimo (deceduto)

Hitman è il protagonista di una serie omonima a fumetti della DC Comics, scritta da Garth Ennis e disegnata da John McCrea, durata 60 numeri dal 1996 al 2000. Caratteristiche di questo fumetto sono la violenza, lo humour nero e (occasionalmente) il romanticismo.

Storia della serie[modifica | modifica sorgente]

Protagonista della serie è Tommy Monaghan, un sicario della parte irlandese di Gotham City che uccide solo "gente cattiva". Nella sua prima apparizione (The Demon Annual n. 2, parte del crossover Linee di sangue), viene morso da un alieno, evento che gli conferisce vista a raggi-x e la capacità di leggere le menti altrui telepaticamente. Diventa così "Hitman", un assassino specializzato nell'uccisione di metaumani.

La serie tuttavia raramente ha sfruttato in toto l'idea iniziale sul personaggio, dato che Tommy ha spesso sofferto di dolori alla testa (dovuti a una botta) talmente forti da impedirgli di usare i suoi poteri. Inoltre raramente è stato ingaggiato per uccidere veri superumani (a parte pericolosi fuggitivi dal laboratorio di ricerche locale). Nonostante il personaggio si dia il nome in codice "Hitman" nella sua prima apparizione, si riferisce a sé stesso (e gli altri parlano di lui) con quel nome solo nel primo numero della serie; negli altri numeri ci si riferisce a lui solo con il suo nome di battesimo, anche se è stato chiamato talvolta "Hitman" in alcune apparizioni in altre serie.

La serie ha alternato avversari realistici (la mafia, soldati britannici ecc.) e fantastici (pesci-zombi, vampiri, dinosauri ecc.), ma anche le situazioni più ridicole erano descritte realisticamente.

Nonostante la sua natura bizzarra e spesso iconoclasta, la serie era strettamente intrecciata al DC Universe. Batman, il Joker, Lanterna Verde, Catwoman, Etrigan e Superman sono apparsi in alcune storie, e sono stati fatti di frequente riferimenti scherzosi ad avvenimenti DC correnti (come i capelli lunghi di Superman). Ha anche preso parte a molti eventi DC, come L'ultima notte, One Million e Terra di nessuno. C'è stato persino un crossover con Lobo.

Il personaggio dovrebbe fare un'apparizione in un futuro ciclo di JLA Classified:

« Hitman mi manca molto. Preacher è finito quando doveva finire, così non ci sono rimpianti - ma Hitman avrebbe potuto andare avanti ancora molto. John McCrea e io stiamo realizzando ora quattro numeri di JLA Classified, presentando quella che effettivamente è la storia "perduta" di Hitman, quella per la quale non avevamo mai avuto spazio nel mensile. Scrivere di Tommy e i ragazzi ancora è stata una gioia assoluta. »
(Garth Ennis, da Millarworld[2])

Trama[modifica | modifica sorgente]

Premi ricevuti[modifica | modifica sorgente]

  • National Comics Award 1997 per il miglior scrittore: Garth Ennis
  • National Comics Award 1997 per il miglior fumetto nuovo (internazionale): Hitman
  • National Comics Award 2001 per il miglior comprimario: Natt il Cappello

Da segnalare anche le seguenti storie, che hanno ricevuto un alto numero di voti nei Comic Buyer's Guide Fan Award per la migliore storia, rispettivamente nel 1999 e nel 2000:

  • Hitman 1,000,000: To Hell with the Future (novembre 1998) (in Italia Al diavolo il futuro, su Lobo nuova serie n. 23, luglio 1999)
  • Hitman 39/42: For Tomorrow (agosto - ottobre 1999) (in Italia Al domani, su Hitman TP n. 1, settembre 2000)

Cartoni animati[modifica | modifica sorgente]

Hitman è apparso in una breve scena nel primo episodio della serie animata Justice League Unlimited; successivamente è stato menzionato nell'episodio Double Date dal boss del crimine Steven Mandragora.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Da Hitman n. 36
  2. ^ Garth Ennis, millarworld, 1 agosto 2005

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

Qui di seguito sono riportati tutti gli albi originali e quelli pubblicati in Italia in cui compare Hitman.

Le case editrici sono sempre la DC Comics per l'edizione originale e, salvo dove specificato diversamente, la Play Press per l'edizione italiana.

Originale[modifica | modifica sorgente]

Storie inedite[modifica | modifica sorgente]

  • The Demon Annual n. 2 (1993)
  • Batman Chronicles n. 4 (primavera 1996)
  • Hitman nn. 1-60 (aprile 1996 - aprile 2001)
  • Hitman Annual n. 1 (1997)
  • Hitman n. 1,000,000 (novembre 1998)
  • DCU Heroes Secret Files & Origins (febbraio 1999)
  • Hitman/Lobo: That Stupid Bastich! (settembre 2000)
  • JLA/Hitman nn. 1-2 (novembre-dicembre 2007)

Ristampe[modifica | modifica sorgente]

  • Hitman: A Rage in Arkham TPB
  • Hitman: 10,000 Bullets TPB
  • Hitman: Local Heroes TPB
  • Hitman: Ace of Killers TPB
  • Hitman: Tommy's Heroes TPB
  • Hitman: For Tomorrow TPB
  • Hitman: Closing Time TPB

In lingua italiana[modifica | modifica sorgente]

  • Batman n. 40 (Play Press, febbraio 1997)
  • Lobo nuova serie nn. 1-34 (Play Press, agosto 1997 - giugno 2000)
  • Playmagazine n. 28 (Play Press, giugno 1998)
  • Hitman TP voll. 1-6 (Play Press, settembre 2000 - dicembre 2001)
  • Universo DC: Demon nn. 1-3 (Planeta DeAgostini, ottobre-dicembre 2007)
  • Universo DC: Hitman nn. 1-3(Planeta DeAgostini, maggio-luglio 2008)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics