Hemigymnus fasciatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hemigymnus fasciatus
Great Barrier Reef 005 (5389541898).jpg ShimatarekuchiBR.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Labridae
Genere Hemigymnus
Specie H. fasciatus
Nomenclatura binomiale
Hemigymnus fasciatus
(Bloch, 1792)
Hemigymnus fasciatus a Riunione

Hemigymnus fasciatus (Bloch, 1792) è un pesce di acqua salata appartenente alla famiglia Labridae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Proviene dalle barriere coralline dell'oceano Pacifico, dell'oceano Indiano e del Mar Rosso. Le località dove è stato ritrovato sono: coste del Mozambico, Tahiti[2], Seychelles, Aldabra, Reunion, Chagos, Mauritius, coste del Kenya[3]. Vive in profondità che variano dagli 1 ai 35 m[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presenta un corpo di forma ovale, piuttosto compresso lateralmente ed abbastanza alto, con la testa grossa, nell'insieme tozzo. La livrea cambia nel corso della vita del pesce: i giovani sono marroni - nerastri, con il corpo attraversato da fasce verticali bianche. I maschi adulti, invece, presentano la stessa colorazione dei giovani sul corpo, mentre la loro testa è verde - giallastra con disegni rossi dai bordi azzurri irregolari. La parte anteriore del dorso è ricoperta da puntini azzurri. La pinna dorsale e la pinna anale sono basse e lunghe, azzurre e nere. Le pinne pelviche sono verdi, quelle pettorali trasparenti. La pinna caudale non è affatto biforcuta, nera con i raggi esterni arancioni. Non supera gli 80 cm[2].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

I giovani di solito sono solitari, mentre a volte si possono osservare gli adulti nuotare in banchi di pochi esemplari[2].

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Ha una dieta prevalentemente carnivora, composta solitamente da invertebrati marini, soprattutto crostacei come anfipodi, copepodi (Harpacticoida), granchi, stomatopodi, gamberetti, ostracodi, isopodi, ed in particolare crostacei della famiglia Galatheidae[4]. Inoltre si nutre anche di molluschi, specialmente chitoni, di policheti, echinodermi[2] e di tunicati come le spugne.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

È oviparo e la fecondazione è esterna. Per la riproduzione gli adulti si radunano in piccoli gruppi[1].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La lista rossa IUCN classifica questo pesce come "a rischio minimo" (LC) perché ha un areale ampio e non è minacciato da nessuno pericolo a parte l'occasionale pesca per l'acquariofilia[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Choat, JH, Pollard, D. & Myers, R, Hemigymnus fasciatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ a b c d (EN) H. fasciatus in FishBase. URL consultato il 30.10.13.
  3. ^ (EN) Baily, N, H. fasciatus in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  4. ^ Scheda alimentazione. URL consultato il 30.10.13.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]