Gratonite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gratonite
Gratonit - Bleischarley, Oberschlesien.jpg
Classificazione Strunz II/E.15-30
Formula chimica Pb9As4S15[1][2][3]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino dimetrico
Sistema cristallino trigonale[1][2][3]
Classe di simmetria ditrigonale, bipiramidale[1][2]
Parametri di cella a: 17,701, c: 7,792[1]
Gruppo puntuale 3m[1][2]
Gruppo spaziale R 3m[1][2]
Proprietà fisiche
Densità 6,22[1][2][3] g/cm³
Durezza (Mohs) 2,5[1][2][3]
Sfaldatura assente[1][3]
Frattura fragile[1][3]
Colore grigio piombo[1][3], grigio piomboscuro[1][2]
Lucentezza metallica[1][2]
Opacità opaco[1][2]
Striscio nero[1][2]
Diffusione assai raro[3]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La gratonite è un minerale.

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Prismatico[3].

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Ha paragenesi con minerali idrotermali di rame[1].

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

In cristalli prismatici con terminazione romboedrica[3].

Caratteristiche chimico fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Località di ritrovamento[modifica | modifica wikitesto]

A Cerro de Pasco nel Perù associata a realgar, enargite e tetraedrite[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u Scheda tecnica del minerale su webmineral.com
  2. ^ a b c d e f g h i j k Scheda tecnica del minerale su mindat.org
  3. ^ a b c d e f g h i j k l Autori vari, Gratonite in "Come collezionare i minerali dalla A alla Z, vol I°", pag 166, Peruzzo editore (1988), Milano

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia