Enargite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enargite
Enargite huaron.jpg
Classificazione Strunz (ed. 10) 02.KA.05[1]
Formula chimica Cu3AsS4[1][2]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino trimetrico
Sistema cristallino rombico[2]
Classe di simmetria  
Parametri di cella a=6,41, b=7,42, c=6,15, Z=2, V= 292,51 Den(Calc)= 4.47[1]
Gruppo puntuale mm2[1]
Gruppo spaziale Pnm21[1]
Proprietà fisiche
Densità misurata 4,45 g/cm³[2], 4,4-4,5[1] g/cm³
Densità calcolata 4,47[1] g/cm³
Durezza (Mohs) 3[1][2]
Sfaldatura perfetta[2] secondo {110}, distinta secondo {100} e {010}[1]
Frattura irregolare[1]
Colore grigio ferro[2], grigio acciaio, grigio nerastro, nero violaceo[1]
Lucentezza metallica[1]
Opacità opaca[1]
Striscio nero[1]
Diffusione abbastanza comune[2]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

L'enargite è un minerale usato per l'estrazione del rame e dell'arsenico.

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Massivo, prismatico.[1]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La genesi è idrotermale di media temperatura[1] Il minerale si trova in miniere di rame associata vari minerali, tra cui: covellite, pirite, tennantite e orpimento.[2]

Cristalli di enargite

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

In cristalli tozzi spesso striati con terminazione piatta. Alcune volte si hanno dei cristalli geminati multipli che imitano la simmetria esagonale.[2]

Raramente in cristalli tabulari o allungati e striati verticalmente; più frequentemente in aggregati neri o grigio ferro o in masse granulari.

Caratteristiche chimico-fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Solubile in acqua regia.[2]

Peso molecolare: 393,82 grammomolecole.[1]

Indice fermioni: 0,0034426672[1]

Indice bosoni: 0,9985573328[1]

Indici fotoelettricità[1]:

GRapi = 0 (non radioattiva)[1]

Località di ritrovamento[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u Dati Webmin
  2. ^ a b c d e f g h i j k l Carlo Maria Gramaccioli, Enargite in Come collezionare i minerali dalla A alla Z vol. I, pagg. 89-90, Peruzzo Editore (1988), Milano

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia