Goal III: Taking on the World

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Goal III: Taking on the World
Titolo originale Goal III: Taking on the World
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti, Regno Unito, Germania
Anno 2009
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, sportivo
Regia Andy Morahan
Sceneggiatura Mike Jefferies, Piers Ashworth
Produttore Mike Jefferies, Matt Barrelle, Peter Heslop
Casa di produzione Milkshake Films
Fotografia George Tiffin
Montaggio Giles Bury
Scenografia Russell De Rozario
Interpreti e personaggi

Goal III: Taking on the World è un film del 2009 diretto da Andy Morahan, terzo capitolo della saga di Goal!. È uscito in Inghilterra il 15 giugno 2009.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel film Santiago Muñez, Liam Adams e Charlie Braithwaite (i suoi migliori amici) vengono selezionati dalle rispettive Nazionali per partecipare ai Mondiali FIFA del 2006. Prima dell'inizio del torneo a Braithwaite viene proposto di girare un film in Romania, dove conosce la celebre attrice Sophia Tardelli. Prima di partire per i Mondiali però i tre calciatori e l'attrice subiscono un incidente dove Muñez deve dire addio ai Mondiali per la frattura di un braccio e delle costole. Braitwaite invece subisce un trauma cranico che, inizialmente, non mette in dubbio la sua presenza ai Mondiali.

I tre successivamente vengono a sapere che il Real Madrid non vuole rinnovare loro il contratto. Adams torna al Newcastle, mentre Muñez si accasa al Tottenham. Dopo la conferenza tra il dirigente dei Newcastle e il procuratore di Adams fa conoscenza di June, ex fidanzata di Adams, e scopre che ha una figlia e che il padre è proprio Adams. Quest'ultimo sentendo la notizia cade nell'alcolismo che gli impedirà di essere in forma nella preparazione al Mondiale.

Inizia il Mondiale e l'Inghilterra non trova nessuna difficoltà nelle prime partite, fatta eccezione contro la Svezia dove, sotto per 2-1, l'allenatore decide di far entrare sia Braithwaite che Adams. I due ripagano la fiducia del tecnico segnando il gol del pareggio (gol di Adams con assist di Braithwaite), permettendo alla Nazionale inglese di approdare alla fase finale degli ottavi dove incontra l'Ecuador. Anche in questa partita i due iniziano dalla panchina, ma nel corso del secondo tempo Braithwaite su un contrasto crolla a terra ed ha una ricaduta dell'incidente. L'Inghilterra vince l'incontro con un gol di Beckham e a fine partita Adams vede Braithwaite a terra nei bagni. Viene chiamata un'ambulanza, dove nella corsa verso l'ospedale Braithwaite perde la vita a causa di un aneurisma.

Dopo il funerale riprendono i Mondiali con il quarto di finale che vede l'Inghilterra scontrarsi con il Portogallo. Adams è a pezzi per la perdita dell'amico. Al 62' l'Inghilterra perde Rooney per espulsione e a 5' dalla fine dei supplementari entra Adams che sbaglia il rigore decisivo. Ne consegue l'eliminazione della Nazionale inglese dai Mondiali.

Il film si conclude con il matrimonio tra Adams e June e la vittoria dell'Italia nel Mondiale tedesco.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]