Giovanni Eudes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Giovanni Eudes
Ritratto del santo
Ritratto del santo

Sacerdote

Nascita Ri, 14 novembre 1601
Morte Caen, 19 agosto 1680
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 25 aprile 1909
Canonizzazione 31 maggio 1925
Ricorrenza 19 agosto

Giovanni Eudes, in francese Jean Eudes (Ri, 14 novembre 1601Caen, 19 agosto 1680), è stato un religioso francese, propagatore della devozione ai Sacri Cuori, fondatore della Congregazione di Gesù e Maria (Eudisti), dell'Ordine di Nostra Signora della Carità del Rifugio e della Società del Cuore della Madre Ammirabile. Nel 1925 è stato proclamato santo da papa Pio XI.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origine contadina, studiò presso il collegio gesuita di Caen e, il 25 marzo 1623, entrò a far parte della Congregazione dell'Oratorio: venne ordinato sacerdote il 20 dicembre 1625; discepolo del cardinale Pierre de Bérulle, iniziò la sua attività pastorale dedicandosi alla cura degli appestati e alle missioni popolari, guadagnandosi la fama di grande predicatore.

Fondò nel 1641 la Congregazione di Nostra Signora della Carità del Rifugio, un istituto religioso femminile destinato al recupero delle prostitute in cerca di redenzione: l'Ordine ottenne l'approvazione di papa Alessandro VII il 2 gennaio 1666.

Con l'approvazione del cardinale Richelieu, nel 1643 Giovanni Eudes abbandonò l'Oratorio e decise di dedicarsi alla formazione del clero secondo i dettami del Concilio di Trento: a tale scopo, il 25 marzo 1643 fondò a Caen la Congregazione di Gesù e Maria, una società di vita apostolica destinata particolarmente alla direzione dei seminari e alle missioni parrocchiali; nel 1674, la congregazione ottenne la particolare protezione di papa Clemente X.

Si fece promotore e diffusore della devozione ai Sacri cuori (in onore dei quali nel 1637 scrisse il libello La vita e il regno di Gesù) e compose l'ufficio liturgico delle messe per le feste del Cuore Immacolato di Maria (celebrata per la prima volta nel 1648) e del Sacro Cuore di Gesù (1672).

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

È stato dichiarato beato da papa Pio X il 25 aprile 1909: papa Pio XI lo ha canonizzato il 31 maggio 1925.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Amouriaux Jean-Michel, Milcent Paul, San Giovanni Eudes. Attraverso i suoi scritti, San Paolo Edizioni, 2001.
  • Alberto Macchi, Pompeo Batoni e il Sacro Cuore di Gesù (Prefazione di P. Casimiro Przydatek S.J.), Roma, Colosseo Editore, 2006 (Note).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49196870 LCCN: n79144719