Fuoco fatuo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Fuoco fatuo (disambigua).
Simulazione di un fuoco fatuo


I fuochi fatui sono piccole fiammelle solitamente di colore blu che si manifestano a livello del terreno in particolari luoghi come i cimiteri, le paludi e gli stagni nelle brughiere. Il periodo migliore per osservarli è nelle calde sere d'agosto

Si tratta di fiammelle derivate dalla combustione del metano e del fosfano dovuta alla decomposizione di resti organici.

Le leggende sui fuochi fatui sono moltissime. Nell'antichità si ritenevano la dimostrazione dell'esistenza dell'anima. Alcune popolazioni nordiche invece, credevano che seguendoli si trovasse il proprio destino.

Origine[modifica | modifica sorgente]

L'ossidazione del fosfano e metano, prodotto dalla decomposizione anaerobica del carbonio organico, può provocare una luce splendente dovuta a chemiluminescenza

Note[modifica | modifica sorgente]


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia