Formato documentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In informatica, un formato documentale è un formato di uno specifico tipo di file: i documenti elettronici (sia file di testo che file binari). Nel senso comune, quando si parla di formati di file si distingue tra formati per: documenti, audio, video, immagini, cartografie, ecc., in cui il documento elettronico viene associato al software che l'ha prodotto. In questa accezione, per documento elettronico si intende una composizione, corredata eventualmente da immagini, tabelle o grafici (più raramente da audio e video) prodotta con strumenti che vanno dai semplici editor di testo ai software di produttività personale (stile Office), fino ai prodotti di desktop publishing. Attualmente esistono diversi formati documentali, la maggior parte dei quali sono incompatibili fra loro.

I componenti di un formato documentale[modifica | modifica sorgente]

Se si esamina il contenuto di un generico file documentale possiamo trovare quattro tipi di informazioni o componenti che sono: il contenuto, la struttura, lo stile di presentazione e i metadati. In genere queste informazioni vengono confuse in unico file: si provi ad aprire ad esempio un file .doc con un editor di testo. Il linguaggio XML rappresenta una soluzione a questo problema: esso infatti consente di tenere separate queste componenti.

Contenuto

Il contenuto è generalmente costituito dalle parole che compongono un documento; un documento elettronico può contenere dati di diversa natura: testo, immagine, audio e video.

Struttura

La struttura di un documento è la sua componente logica: è l'informazione che indica come suddividere il contenuto in elementi, eventualmente suddivisi in sottoelementi e così via in una sorta di gerarchia ad albero. Ad esempio, questo documento ha un titolo e una successione di sezioni aperte a loro volta da un titolo. Inoltre possiamo avere che il contenuto delle sezioni è suddiviso in paragrafi, sottoparagrafi, liste ecc.

Stile

Lo stile è l'informazione legata a come rendere il documento su un particolare dispositivo. In genere i documenti sono stati pensati principalmente per essere "resi" su carta, ovvero "stampati" o su monitor. In questo caso si dice che sono visualizzati. Ma possiamo anche pensare ad altri modi di rappresentare un documento: ad esempio su un dispositivo per ipovedenti. In questo caso il documento viene "letto". Avremo quindi bisogno di altre informazioni di stile per istruire un sintetizzatore vocale affinché possa convertire contenuto e struttura in segnale audio.

Metadati

Se andiamo a esaminare da vicino le informazioni contenute in un file elettronico, troviamo essenzialmente i tre tipi di informazioni succitati. In realtà esiste anche un quarto tipo di informazione di cui molte volte ignoriamo l'esistenza. Si tratta di informazioni "bibliografiche" (come il nome di chi ha composto il documento ovvero dell'autore, le date di creazione e di ultima modifica, il nome del programma usato per comporre il documento), oppure informazioni per descrivere e rendere più facile la ricerca del documento stesso. Questo tipo di informazioni vengono genericamente detta "metainformazioni" ovvero informazioni sulle informazioni. Per evitare fraintendimenti, si precisa che la suddivisione tra informazione (contenuto, struttura e stile) e metainformazione non è affatto netta e precisa: quello che per alcuni è informazione, per altri viene visto come metainformazione. Ad esempio, il titolo di un libro può essere classificato in entrambi le maniere.

I formati documentali più comuni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica