Filamento (astronomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Immagine dell'Universo in un'area di 307 Megaparsec (1 miliardo di anni luce)

In astronomia, i filamenti sono una delle strutture più grandi dell'Universo, forme che somigliano a stringhe con una lunghezza tipica da 200 a 500 milioni di anni luce, che formano il bordo tra i grandi vuoti dell'Universo. I filamenti sono costituiti da galassie. Spesso queste si uniscono in ammassi o superammassi, punteggiando i filamenti di zone più luminose.

La maggior parte della materia visibile nell'universo si raccoglie in galassie, che a loro volta si aggregano in ammassi che possono contenere da 1013 a 1016 masse solari. Successivamente questi si associano per formare gruppi più grandi, i superammassi, che risultano essere i maggiori elementi visibili dell'universo, fino a raggiungere grandezze dell'ordine di decine di milioni di parsec.

Questi superammassi sono collegati da filamenti luminosi di galassie, che separano zone scure di spazi vuoti che hanno dimensioni di decine di milioni di parsec. Nel loro insieme, i superammassi e i filamenti che li collegano fanno parte di un'unica struttura filamentosa, cioè di un unico filamento. Tutti questi elementi sono disposti in modo tale da disegnare una forma a groviera o a spugna.

Se consideriamo complessivamente questi elementi vedremo che nell'universo la materia, luminosa ed oscura, è distribuita piuttosto omogeneamente.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica