Faray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Faray
l'isola di Eday vista da Faray
l'isola di Eday vista da Faray
Geografia fisica
Localizzazione Mare del Nord
Coordinate 59°13′N 2°49′W / 59.216667°N 2.816667°W59.216667; -2.816667Coordinate: 59°13′N 2°49′W / 59.216667°N 2.816667°W59.216667; -2.816667
Arcipelago Isole Orcadi
Superficie 1,8 km²
Altitudine massima 32 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Regno Unito Regno Unito
Nazione costitutiva Scozia Scozia
Area amministrativa 2007 Flag of Orkney.svg Isole Orcadi
Demografia
Abitanti disabitata (2001)
Cartografia
VK Faray.PNG
Mappa di localizzazione: Scozia
Faray

[senza fonte]

voci di isole del Regno Unito presenti su Wikipedia

Faray (in norreno Færey) è una piccola isola delle Orcadi, in Scozia, posta fra Eday e Westray. In passato abitata, ospita oggi una florida colonia di foche grigie.

Geografia e geologia[modifica | modifica wikitesto]

Faray e la vicina Holm of Faray si sono formate su un'antica cresta di arenaria rossa che si estende verso sud da Weather Ness all'estremità meridionale di Westray, toccando quasi Eday[1]. I due isolotti sono separati dal Lavey Sound.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Faray era anticamente conosciuta come Pharay (o North Pharay per distinguerla da South Pharay, oggi Fara). Entrambi i toponimi derivano dal norreno faerey, "isola delle pecore"[2].

L'unico reperto antico degno di nota è un tumulo affacciato al Lavey Sound. La scarsa popolazione locale basava la propria economia sull'allevamento e sulla pesca di aragoste. Nel 1861, si contavano 81 residenti, scesi a 58 nel 1891. Alla fine degli anni trenta vi erano ancora otto famiglie. L'ultimo isolano partì nel 1947 e da allora la presenza umana si riscontra solo nel periodo estivo[3]. Si segnala la presenza di una strada che, procedendo lungo l'asse dell'isola, collega tra loro alcune case abbandonate.

Nel dicembre del 1908 l'Hope, un peschereccio proveniente da Peterhead, si arenò sulle coste di Holm of Farey in seguito ad una tempesta. L'equipaggio fu coraggiosamente soccorso da cinque isolani i quali, ricevuti a Mainland da re Edoardo VII, furono premiati con una medaglia e con una "buona pipa e un po' di tabacco" a testa[1].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

L'isola è oggi popolata da pecore, uccelli marini e foche[4] e per questo, assieme alla vicina Holm of Faray, è stata dichiarata Special Area of Conservation . L'isola infatti ospita la seconda più grande colonia di foche grigie del Regno Unito, dalla quale proviene il 9% dei cuccioli nati ogni anno nel Paese[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Julia Welstead, The heroic five men of Faray, The Scotsman, 16 luglio 2005. URL consultato il 9 dicembre 2007.
  2. ^ Anderson, Joseph (Ed.) (1893) Orkneyinga Saga. Translated by Jón A. Hjaltalin & Gilbert Goudie. Edinburgh. James Thin and Mercat Press (1990 ristampa). ISBN 0-901824-25-9
  3. ^ Faray, lonelyisles.com. URL consultato il 9 dicembre 2007.
  4. ^ Faray, everything.com. URL consultato il 9 dicembre 2007.
  5. ^ Faray and Holm of Faray, JNCC. URL consultato il 9 dicembre 2007.