Falesie fossilifere di Joggins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°41′N 64°26′W / 45.683333°N 64.433333°W45.683333; -64.433333

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Falesie fossilifere di Joggins
(EN) The Joggins Fossil Cliffs
Joggins mcr1.jpg
Tipo Naturali
Criterio (viii)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 2008
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Le Falesie fossilifere di Joggins sono un patrimonio dell'umanità dell'UNESCO situato in Canada. Fanno parte della lista dal luglio 2008.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Joggins è famosa per i propri fossili databili all'epoca del periodo Carbonifero nota come Pennsylvaniano, attorno ai 310 milioni di anni fa.

Le falesie sono costantemente esposte all'erosione degli agenti naturali del bacino di Cumberland. La fama di Joggins risale alla metà del XIX secolo, e venne visitata nel 1842 e nel 1852 da Sir Charles Lyell, fondatore della geologia moderna ed autore dei Principi di geologia. Nel suo Elementi di geologia (1871), Lyell proclama i reperti di Joggins il "miglior esempio del mondo".[2]

I fossili di Joggins appaiono anche nell'opera di Darwin intitolata L'origine delle specie, giocando un ruolo anche nel dibattito sull'evoluzione tenutosi ad Oxford nel 1860 tra il vescovo Wilberforce e Thomas Henry Huxley.

Impronta di una radice fossilizzata ritrovata nei pressi delle falesie di Joggins, Nuova Scozia

Molti dei fossili ritrovati vennero scoperti dal geologo locale Sir William Dawson (1820-1899), che stilò una relazione in coppia con il proprio mentore, Sir Charles Lyell. Buona parte della collezione di Dawson si trova oggi presso il Redpath Museum della McGill University.

Nel 1852 Lyell e Dawson fecero una famosa scoperta riguardante un tetrapoda fossile nei pressi di un albero a Coal Mine Point. Le successive indagini di Dawson porattrono alla scoperta di uno dei più importanti reperti fossili della storia, Hylonomus lyelli, che rimane tuttora il rettile più antico conosciuto, e addirittura il più antico amniota, il gruppo che racchiude vertebrati, rettili, dinosauri estinti, uccelli e mammiferi. Nel 2002 Hylonomus lyelli venne nominato "fossile provinciale della Nuova Scozia".

Si rinvengono talora piste fossili. Sul luogo si trovano anche le spore del Sigillaria, della famiglia dei Lycopodiophyta.

Altri famosi geologi del XIX secolo hanno lavorato a Joggnis, tra cui Abraham Gesner, inventore del kerosene, e Sir William Logan, che misurò le falesie per conto del Geological Survey of Canada.

Nel 2007 una striscia di costa lunga 15 km comprendente le Falesie venne nominata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità, ed il 7 luglio 2008 è entrata ufficialmente a far parte della lista.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Iscrizione del sito tra i patrimoni
  2. ^ Sto web del Joggins Fossil Cliffs
  3. ^ Scheda ufficiale dell'UNESCO

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità