Ernesto II di Sassonia-Gotha-Altenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernesto II
Ernst-II 1775.jpg
Duca di Sassonia-Gotha-Altenburg
In carica 1772–1804
Predecessore Federico III
Successore Augusto
Nascita Gotha, 30 gennaio 1745
Morte Gotha, 20 aprile 1804
Padre Federico III, Duca di Sassonia-Gotha-Altenburg
Madre Luisa Dorotea di Sassonia-Meiningen
Consorte Carlotta di Sassonia-Meiningen
Figli Ernesto, Principe Ereditario di Sassonia-Gotha-Altenburg
Augusto
Federico IV
Principe Luigi

Ernesto II di Sassonia-Gotha-Altenburg (Gotha, 30 gennaio 1745Gotha, 20 aprile 1804) fu duca di Sassonia-Gotha-Altenburg.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Egli era il terzo ma l'unico sopravvissuto dei figli del Duca Federico III di Sassonia-Gotha-Altenburg e di Luisa Dorotea di Sassonia-Meiningen. La morte del fratello maggiore Federico 1756 lo rese l'erede del Ducato di Sassonia-Gotha-Altenburg.

Fu la Duchessa Luisa Dorotea ad occuparsi principalmente dell'educazione dei figli sopravvissuti, Ernesto e Augusto, e li affidò per questo a un gruppo selezionato di insegnanti.

Durante il 1768-1769 entrambi in principi compirono un tour d'istruzione nei Paesi Bassi, Inghilterra e Francia, ed Ernesto ebbe modo di conoscere importanti personalità del mondo della politica, delle scienze e della arti.

Nel 1772 suo padre morì ed Ernesto ereditò il Ducato di Sassonia-Gotha-Altenburg.

Da monarca illuminato, si dimostrò attento allo sviluppo scientifico ed artistico del proprio stato. Egli promose il sistema dell'istruzione pubblica, dell'economia, del teatro, delle collezioni d'arte e delle biblioteche come delle scienze naturali che posero il suo stato tra i migliori della Turingia. Nel privato, si interessò in particolare di astronomia e fisica, nominando specialisti competenti per queste aree.

Per questa sua passione si servì ampiamente dell'astronomo Franz Xaver von Zach a Gotha. Con lui, fondò l'Osservatorio di Gotha (Sternwarte Gotha), che divenne il centro europeo per l'astronomia.

Dal 1774 divenne massone nel sistema Zinnendorf e membro della loggia di Gotha Zum Rautenkranz; nel 1775 venne nolminato Gran Maestro della Loggia di Germania (secondo il sistema Zinnendorf). Nel 1783 Ernesto divenne membro dell'Accademia degli Illuminati bavarese con il nome Quintus Severus e/o Timoleone, e nel 1784 divenne Supervisore dell'Abessinien (nome per l'Alta Sassonia). Nel 1787, egli sostenne Adam Weishaupt, il fondatore dell'omonima società segreta, accordandogli asilo a Gotha.

Matrimonio ed eredi[modifica | modifica sorgente]

A Meiningen il 21 marzo 1769, Ernesto sposò Carlotta di Sassonia-Meiningen (cugina della madre Luisa Dorotea, ma molto più giovane di lei), figlia di Antonio Ulrico di Sassonia-Meiningen. Dal matrimonio nacquero quattro figli:

  • Ernesto (1770-1779);
  • Augusto (1772-1822);
  • Federico (1774-1825);
  • Ludovico (nato e morto nel 1777).
Predecessore Duca di Sassonia-Gotha-Altenburg Successore
Federico III 1772-1804 Augusto
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie