Emanuel Pastreich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emanuel Pastreich (cinese: 贝一明; coreana: 임마누엘 페스트라이쉬; giapponese: エマニュエル・パストリッチ;[1] (Nashville, 1964) è un docente statunitense attivo principalmente in Corea. Pastreich è professore di ruolo alla Kyung Hee University[2][3] e direttore dell' The Asia Institute a Seoul; è specializzato in letteratura classica dell'Asia estremo Orientale[4][5][6][7] e in relazioni internazionali e tecnologia.[8][9]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pastreich si diplomo’ dalla Lowell High School a San Francisco nel 1983. Inizio’ i suoi studi universitari a Università di Yale, da cui si laureo’ con un B.A. in Cinese nel 1987;[10] prima della laurea studio’ alla Università Nazionale di Taiwan.[11] Pastreich ottenne un M.A. in letterature comparate all'Università di Tokyo nel 1991,[12] con la tesi di master’s, Edo kôki bunjin Tanomura Chikuden: Muyô no shiga" (Il letterato del tardo Edo Tanomura Chikuden; L'Inutilita’ della Poesia e della Pittura), scritta interamente in giapponese. In seguito, ritorno’ negli Stati Uniti e nel 1998 ricevette il suo dottorato in East Asian studies ad Università di Harvard.[13] Ha insegnato alla Università dell'Illinois (Urbana-Champaign),[14][15] George Washington University,[14] e Solbridge International School of Business.[16] Pastreich è attualmente professore di ruolo al College of International Studies, Kyung Hee University.[2][3]

Carriera pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Pastreich in passato ha lavorato come esperto in relazioni internazionali per il governatore della Chungnam Province,[17] come esperto in relazioni estere nel gruppo di ricerca Daedeok Innopolis,[18] e nel 2010 e nel 2012 ha servito nei comitati per l'amministrazione urbana e per gli investimenti stranieri per la città di Daejeon.[19][20]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Pastreich è direttore di The Asia Institute, una think tank che conduce ricerca sull'intersezione tra relazioni internazionali, l'ambiente[21][22] e la tecnologia in Asia orientale.[8] In passato, ha servito come esperto in relazioni internazionali e investimenti stranieri per il governatore della provincia di Chungnam (2007-2008).[23] Pastreich fu anche direttore della KORUS House (2005-2007), una think tank per relazioniinternazionali nella sede dell'ambasciata coreana a Washington D.C., e il redattore capo di Dynamic Korea,[24][25] uan rivista del ministero degli esteri coreano il cui ruolo è presentare la cultura e la societa’ coreane. Ha scritto libri come The Novels of Park Jiwon: Translations of Overlooked Worlds, un'antologia di romanzi del maggiore autore della Corea tradizionale; The Visible Vernacular: Vernacular Chinese and the Emergence of a Literary Discourse on Popular Narrative in Edo Japan, uno studio della ricezionedella letteratura popolare cinese in Giappone; Life is a Matter of Direction, not Speed: A Robinson Crusoe in Korea, una descrizione delle sue esperienze in Corea, e Scholars of the World Speak out About Korea's Future,[26] una serie di interviste sulla Corea odierna con illustri studiosi come Francis Fukuyama, Larry Wilkerson e Noam Chomsky.[8]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • The Novels of Park Jiwon: Translations of Overlooked Worlds (2011). Seoul: Seoul National University Press. ISBN 8952111761.
  • The Visible Mundane: Vernacular Chinese and the Emergence of a Literary Discourse on Popular Narrative in Edo Japan (2011). Seoul: Seoul National University Press. ISBN 895211177X.
  • (KO) Insaeng eun sokudo anira banghyang ida: Habodeu baksa eui hanguk pyoryugi (Life is a Matter of Direction, Not of Speed: Records of a Robinson Crusoe in Korea) (2011). London: Nomad Books. ISBN 978-89-91794-56-6
  • (KO) Segye seokhak hanguk mirae reul mal hada (Scholars of the World Speak Out About Korea’s Future) (2012). Seoul: Dasan Books. ISBN 978-89-6370-072-4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Names taken from Circles and Squares blog run by Emanuel Pastreich (19 November 2012).
  2. ^ a b Faculty & Staff Homepage, College of International Studies, Kyung Hee University, Kyung Hee University. URL consultato l'11 aprile 2013.
  3. ^ a b [1CV_PASTREICH.pdf Kyung Hee PDF CV of Emanuel Pastreich], Kyung Hee University. URL consultato l'11 aprile 2013.
  4. ^ The Reception of Chinese Vernacular Narrative in Korea and Japan, Emanuel Pastreich, Kyung Hee University, Princeton University East Asian Studies Program, 1º ottobre 2012. URL consultato il 30 novembre 2012.
  5. ^ East Asia Colloquium Series: The Observable Mundane: The Reception of Chinese Vernacular Narrative in Korea and Japan, Yale University, The Council on East Asian Studies, 3 ottobre 2012. URL consultato il 30 novembre 2012.
  6. ^ Woo-young Lee, U.S. scholar explores Asian literature, Korea Herald, 26 luglio 2011. URL consultato il 1º novembre 2012.
  7. ^ Emanuel Pastreich, An alien vernacular: Okajima Kanzan’s popularization of the Chinese vernacular novel in eighteenth-century Japan in SJS, vol. 11, nº 2, 1999, pp. 39–49, PMID. URL consultato il 3 novembre 2012.
  8. ^ a b c Subadra Arvind, A new kind of scholar breaks ground in Korea, Asia Times Online, 1º dicembre 2012. URL consultato il 2 dicembre 2012.
  9. ^ Research, Innovation, Start-up and Employment (RISE) Keynote Speakers, Korean Ministry of Science, ICT, and Future Planning, 21-22 May 2013. URL consultato il 7 maggio 2013.
  10. ^ B.A. degree at Yale taken from Circles and Squares blog run by Emanuel Pastreich (13 November 2012).
  11. ^ Study abroad at National Taiwan University taken from Circles and Squares blog run by Emanuel Pastreich (15 November 2012).
  12. ^ M.A. degree at Tokyo taken from Circles and Squares blog run by Emanuel Pastreich (13 November 2012).
  13. ^ Gi-wook Shin e Michael Robinson, Colonial Modernity in Korea, 2001, p. 441, ISBN 0-674-00594-5. URL consultato il 9 novembre 2012.
    «See Emanuel Pastreich, "The Reception of Chinese Vernacular Narrative in Korea and Japan" (PhD diss., Harvard University, 1997), pp. 49-52».
  14. ^ a b Brian Mellen, Debate about North Korea reaches students, faculty, Daily Illini, 17 luglio 2006. URL consultato il 13 novembre 2012.
  15. ^ Contact Information: Emanuel Pastreich, ACDIS, University of Illinois. URL consultato il 13 novembre 2012.
  16. ^ Ian D. Simon, Plans of Mice and Men: From Bench Science to Science Policy in Yale J. Biol. Med., vol. 84, nº 3, Yale University, 2011, pp. 237–242. URL consultato il 14 novembre 2012.
  17. ^ Sang-hyun Ji, [출범 1년 충남지사 정책특보단 '허 와 실':일부 특보에 성과 편중돼 연장 운영 재고 여론.."점검 우선", DT News, 9 giugno 2008. URL consultato il 13 novembre 2012.
  18. ^ IASP 세계사이언스파크총회 D-4 대덕특구, 최종 준비 구슬땀, ETN News, 19 maggio 2010. URL consultato il 13 novembre 2012.
    «솔브리지 국제대학 엠마뉴엘 페스트라이쉬 교수, TP협의회 이진옥 회장, 충남TP 김학민 원장, 전경련 장국현 고문 등이다...».
  19. ^ 2010.10.07 Appointment to Committee on City Administration for Daejeon Metropolitan City from Circles and Squares blog run by Emanuel Pastreich (13 November 2012).
  20. ^ 2012.12.11 Appointment to Committee on Foreign Investment for Daejeon Metropolitan City taken from Circles and Squares blog run by Emanuel Pastreich (13 November 2012).
  21. ^ Emanuel Pastreich, On Climate, Defense Could Preserve and Protect, Rather Than Kill and Destroy, Truthout, 7 marzo 2013. URL consultato l'8 marzo 2013.
  22. ^ (JA) Emanuel Pastreich e John Feffer, 太平洋への転換から緑の革命へ: 気候変化を最大脅威と見なして [From Pacific Pivot to Green Revolution], Huffington Post, 30 maggio 2013. URL consultato il 3 giugno 2013.
  23. ^ Matthew Weigand, An American in Daejeon: How a Literature Professor Ended Up Deep in Korean Policy and Business, Korea IT Times, 7 febbraio 2011. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  24. ^ Susan I. Kim, Changes and Continuities in Second-generation Korean American Families, City University of New York, Ph.D. thesis, 2007, p. 39.
  25. ^ From Hermit Kingdom to Global Hub: Seoul Reinvents its Cultural Identity, The Korea Society, 29 marzo 2006. URL consultato il 20 novembre 2012.
  26. ^ Jinsu Ye, 한국, 춘추전국 周 닮아… 주변국에 `영감' 주는 나라 될 것, Munhwa Ilbo, 23 novembre 2012. URL consultato il 28 novembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]