Eleonora di Reuss-Köstritz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eleonora di Reuss-Köstritz
Eleonora di Reuss-Köstritz
Zarina consorte di Bulgaria
In carica 22 settembre 1908 –
12 settembre 1917
Predecessore Titolo elevato dal rango principesco
Successore Giovanna di Savoia
Principessa consorte di Bulgaria
In carica 28 febbraio 1908 –
22 settembre 1908
Predecessore Maria Luisa di Borbone-Parma
Successore Titolo elevato al rango imperiale
Nome completo Eleonora Carolina Gasparina Luisa, principessa Reuss di Köstritz
Nascita Trzebiechów, 22 agosto 1860
Morte Euxinograd, 12 settembre 1917
Sepoltura Chiesa di Bojana
Casa reale Reuss-Köstritz
Padre Enrico IV di Reuss-Köstritz
Madre Luisa Carolina di Reuss-Greiz
Consorte di Ferdinando I di Bulgaria

Eleonora di Reuss-Köstritz, il cui nome completo era Eleonora Carolina Gasparina Luisa (Trzebiechów, 22 agosto 1860Euxinograd, 12 settembre 1917), fu zarina consorte di Bulgaria come seconda moglie dello zar Ferdinando I di Bulgaria.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Eleonora nacque a Trzebiechów, figlia del principe Enrico IV Reuss di Köstritz e della principessa Luisa Carolina di Reuss-Greiz; Eleonora fu descritta come «donna scialba, ma pratica [...] capace e d'animo buono».

A seguito della morte della sua prima moglie, Maria Luisa di Borbone-Parma, Ferdinando I di Bulgaria cercò un'altra sposa che si occupasse di tutti gli incarichi che competevano alla consorte di un capo di Stato, nonché di educare i suoi figli, essendo venuta a mancare anche Clementina d'Orléans, madre di Ferdinando. Essendo bisessuale e non avendo la necessità di dover generare ulteriori eredi per la corona, Ferdinando disse ai suoi assistenti che egli desiderava una moglie che non si aspettasse affetto o attenzioni. Fu stilata una lista di candidate, tra le quali venne scelta appunto Eleonora; lei e Ferdinando si sposarono quindi a Coburgo il 28 febbraio 1908. Inizialmente insignita del titolo di Principessa di Bulgaria, Eleonora divenne zarina il 5 ottobre 1908, come conseguenza della dichiarazione d'indipendenza della Bulgaria dall'Impero ottomano.

Con ogni probabilità, Eleonora era stata informata in precedenza delle preferenze sessuali del marito ed è ancora oggetto di discussione il fatto che il matrimonio sia stato consumato o meno. Si sa con certezza che Ferdinando, in occasione della visita a re Carlo I di Romania durante la loro luna di miele, domandò camere separate per lui ed Eleonora.

Eleonora fu ignorata dal marito durante tutto il loro matrimonio, che le affidò la cura dei figliastri nonché del benessere del popolo bulgaro. Eleonora divenne sempre più importante durante le guerre balcaniche e la Prima guerra mondiale, quando, lavorando instancabilmente come infermiera, diede grande conforto ai feriti ed ai soldati bulgari morenti. Si disse che essa aveva «un dono speciale per alleviare le sofferenze».

Eleonora si ammalò gravemente negli ultimi anni della Grande Guerra, e morì ad Euxinograd, in Bulgaria, il 12 settembre 1917; le sue ultime volontà furono di essere seppellita nel cimitero di una chiesa del XII secolo a Bojana, vicino a Sofia. Durante il periodo socialista la sua tomba venne profanata, i gioielli rubati e la pietra tombale rigettata nella buca, senza alcun segno di riconoscimento sul terreno. Nel 1989, dopo la svolta democratica, la lapide originale venne dissepolta ed il luogo venne riportato nelle sue condizioni originali.

Antenati[modifica | modifica sorgente]

Eleonora di Reuss-Köstritz Padre:
Enrico IV di Reuss-Köstritz
Nonno paterno:
Enrico LXIII di Reuss-Köstritz
Bisnonno paterno:
Enrico XLIV di Reuss-Köstritz
Trisnonno paterno:
Enrico IX di Reuss-Köstritz
Trisnonna paterna:
Amalia di Wartensleben e Flodroff
Bisnonna paterna:
Guglielmina di Geuder
Trisnonno paterno:
Federico Cristoforo di Geuder
Trisnonna paterna:
Johanna Wilhelmine von Bredow
Nonna paterna:
Eleonora di Stolberg-Wernigerode
Bisnonno paterno:
Enrico di Stolberg-Wernigerode
Trisnonno paterno:
Cristiano Federico di Stolberg-Wernigerode
Trisnonna paterna:
Augusta Eleonora di Stolberg-Stolberg
Bisnonna paterna:
Giovanna di Schönburg-Waldenburg
Trisnonno paterno:
Otto di Schönburg-Waldenburg
Trisnonna paterna:
Enrichetta di Reuss-Köstritz
Madre:
Luisa Carolina di Reuss-Greiz
Nonno materno:
Enrico XIX di Reuss-Greiz
Bisnonno materno:
Enrico XIII di Reuss-Greiz
Trisnonno materno:
Enrico XI di Reuss-Greiz
Trisnonna materna:
Corradina di Reuss-Köstritz
Bisnonna materna:
Luisa di Nassau-Weilburg
Trisnonno materno:
Carlo Cristiano di Nassau-Weilburg
Trisnonna materna:
Carolina d'Orange-Nassau
Nonna materna:
Gasparine di Rohan-Rochefort
Bisnonno materno:
Charles de Rohan, principe di Rochefort e Montauban
Trisnonno materno:
Charles de Rohan, principe di Rochefort
Trisnonna materna:
Marie Henriette d'Orléans-Rothelin
Bisnonna materna:
Marie Louise de Rohan-Guéméné
Trisnonno materno:
Henri Louis de Rohan, principe di Guéméné
Trisnonna materna:
Victoire de Rohan

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Aronson, Theo, Crowns in conflict: the triumph and the tragedy of European monarchy, 1910-1918, J. Murray, Londra, 1998, ISBN 0-7195-4279-0
  • Constant, S., Foxy Ferdinand, 1861-1948, Tsar of Bulgaria, Sidgwick and Jackson, Londra, 1979, ISBN 0-283-98515-1

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Principessa consorte di Bulgaria Successore Flag of Bulgaria.svg
Maria Luisa di Borbone-Parma 28 febbraio 1908 – 22 settembre 1908 Titolo elevato al rango imperiale
Predecessore Zarina consorte di Bulgaria Successore Flag of Bulgaria.svg
Titolo elevato dal rango principesco 22 settembre 1908 – 12 settembre 1917 Giovanna di Savoia