Edward Maria Wingfield

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Edward Maria Wingfield (Stonely, 15501631) è stato un militare inglese, membro del Parlamento e primo governatore della Colonia della Virginia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel Cambridgeshire) nel Regno Unito, nipote di Richard Wingfield e figlio di Thomas Maria Wingfield. Egli fu il primo eletto nella Colonia della Virginia, il primo uomo nel nuovo mondo, nel 1607. Egli divenne il primo presidente di quei coloni che diedero vita a quella nazione che oggi sono gli Stati Uniti.

Il Capitano John Smith scrisse che Wingfield fu uno dei primi a pensare ed organizzare, negli anni 1602-1603, "mostrando grande entusiasmo ed iniziativa"[1] un viaggio per la colonizzazione dell'America: egli fu uno dei quattro azionisti della Virginia Company nel 1606, ed uno dei maggiori finanziatori.[2] Reclutò (con suo cugino Capitano Bartholomew Gosnold) circa 40 dei 105 aspiranti coloni, e fu l'unico azionista a partire per la missione. Nella prima elezione nel nuovo mondo, venne eletto presidente del governo della Colonia della Virginia, per un anno a decorrere dal 13 maggio 1607, e divenne il primo cittadino di lingua inglese ad avere successo nel nuovo mondo a Jamestown in Virginia. Egli scegliette il sito dell'insediamento, una posizione molto ben difesa sia da terra che dal fiume, e supervisionò la costruzione per 31 giorni.

Ma dopo quattro mesi, il 10 settembre "mai risparmiandosi nel dare l'esempio, lavorando, controllando e difendendo",[3] a causa della scarsità di cibo, di morti per malattie (malaria) e per gli attacchi degli indiani divenne il capro espiatorio e sollevato dall'incarico di governatore.[4] Al ritorno della nave dei rifornimenti, il 10 aprile 1608, venne rinviato a Londra per rispondere dell'accusa di essere ateo e con il sospetto di avere simpatie per gli spagnoli. Il primo biografo di Smith, Philip L. Barbour, scrisse della "superlativa inconsistenza delle accuse...nessuna delle quali si rivelò fondata." Wingfield chiarì la sua posizione, venne incaricato nel Second Virginia Charter del 1609, e rimase nella Virginia Company fino all'età di 70 anni (1620).

Morì nel 1631 all'età di 81 anni e venne sepolto a St. Andrew's, Kimbolton (Cambridgeshire), in Inghilterra, nella chiesa protestante il 13 aprile, appena 10 settimane prima di John Smith. Wingfield giocò un ruolo cruciale negli anni 1605-08, e senza il suo fondamentale apporto, probabilmente l'America sarebbe stata colonizzata da Francia o Spagna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Smith, GH, Book 3, p.41; Woolley, Savage Kingdom, pp.22-23; Purchas, His Pilgrimes, 1625, p.1,649. Re-MP: Hasler, III, pp.635-636
  2. ^ Kingsbury, pp.12 & 18; Barbour, p.91.
  3. ^ Wingfield, E.M., p.43, q. in Wingfield, J., p.341.
  4. ^ Sheler, in The Smithsonian, January 2005, p.53

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Andrews, M.P., The Soul of a Nation, the Founding of Virginia and the Projection of New England [New York, 1943].
  • Arber, Prof. Edward & Bradley, A.G., Travels and Works of Captain John Smith [Edinburgh, 1943].
  • Archer, Gabriel, The Relatyon of the Discovery of our River, in Archaeologica Americana, IV.
  • Barbour, Philip L., The Three Worlds of Captain John Smith [London, 1964].
  • Beverley, Robert, The History & Present State of Virginia, [London, 1705 & 1722].
  • Blackham, Colonel Robert J, The Soul of the City, London's Livery Companies, Their Storied Past, Their Living Present, London, no date (but fl. 1932-52),
  • Bridges, J., Northamptonshire [1791].
  • Brown, Alexander The Genesis of the United States, Vol. 2, 1899.
  • Dexter, Lincoln A., The Gosnold Discoveries.. in the North Part of Virginia, 1602 [Brookfield, MA, 1982].
  • Hamor, Ralphe, Secretary, A True Discourse as to the Present State of Virginia [London, 1615; New York & Amsterdam, 1971 edn].
  • Hasler, P.W., The History of Parliament: The House of Commons 1558-1603. [HMSO, 1981].
  • Horn, James, A Land as God Made It: Jamestown and the Birth of America, [New York, 2005].
  • Kingsbury, Susan Myra, The Records of the Virginia Company, The Court Book, 1619-1622, Vol. 1, Part A, [Facsimile, 1993], esp. pp. 18 & 22.
  • Noel Hume, Ivor, The Virginia Adventure, Roanoke to James Towne {Charlottesville & London, 1994].
  • Parks, George Bruner, Richard Hakluyt and the English Voyages, American Geographical Society, Special Publication #10 [1928].
  • Porter, H.C., The Inconstant Savage, London, 1979. See esp. pp. 275–280.
  • Price, David A., Love & Hate in Jameston [New York, 2005].
  • Purchas, Samuel Purchas published a part of Percy's recollections in 1625 in Hakluytus Posthumus, or Purchas His Pilgrimes, contayning a History of the World, in Sea Voyages, and Lande Travells by Englishmen and others, Vol. IV; & in Tyler, Lyon Gardiner (editor), Narratives of Early Virginia, 1606-1625. [New York: Charles Scribner's Sons, 1907].
  • Scheler, Jeffery L., Rethinking Jamestown, in The Smithsonian [January 2005].
  • Simmons, R.C., British DNB (Dictionary of National Biography) [OUP, 2004, sub "Wingfield, Edward Maria"].
  • Smith, John, The Generall Historie of Virginia ["G.H." London, 1623].
  • Stratford, John, From Churchyard to Castle, The History of Kimbolton School [Kimbolton, 2000].
  • Wingfield, Edward Maria, A Discourse of Virginia (1608), [MS 250, ff.382r-392v, 1608 in Lambeth Palace Library;, British Library 9602e 8, 26 pages] ed. by Charles Deane, with Introduction and Notes, Boston, MA, 1860/ published in Archaeologia Americana, vol. IV. (Worcester, 1860). This was not his diary since Smith and Archer destroyed that. See Note on Page 1].
  • Wingfield, Jocelyn R., Virginia's True Founder: Edward Maria Wingfield, etc, [Charleston, 2007, ISBN 978-1-4196-6032-0].
  • Woolley, Benjamin, Savage Kingdom, Virginia & The Founding of English America. [2007].

Controllo di autorità VIAF: 9066023

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie