Echinocactus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Echinocactus
Echinocactus grusonii.jpg
Echinocactus grusonii
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Cactaceae
Tribù Cacteae
Genere Echinocactus

Echinocactus è un genere di piante succulente appartenente alla famiglia delle Cactaceae (sottofamiglia Cactoideae, tribù Cacteae). Presenta numerose costolature e areole tonde e lanuginose irte di spine candide e rigide. È un cactus a forma globosa o cilindrica, può arrivare ad avere un diametro di circa 90cm. È una cactacea molto caratteristica e apprezzata per le lunghe spine di colore giallo o bianco, che ne ricoprono la tonda superficie. Si tratta di una specie molto longeva. La specie più nota è la Echinocactus grusonii che appare fittamente costolata e ricoperta dalle spine abbondantemente prodotte dalle areole. La fioritura avviene nella parte apicale, i fiori sono molto piccoli, di colore giallo brunastro. Il nome scientifico della pianta deriva dal greco Echinos che significa porcospino, per l'evidente somiglianza con il suddetto animale. Viene volgarmente chiamato anche cuscino della suocera, oppure, palla d'oro.

Collocazione geografica[modifica | modifica sorgente]

Questa pianta è originaria delle aree desertiche del sud degli Stati Uniti, come California, Utah, Texas, Nuovo Messico e Colorado, e del Messico occidentale.

Specie[modifica | modifica sorgente]

Un Echinocactus texensis con i frutti

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica