Decalogo (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Decalogo (Dekalog) è una serie di 10 mediometraggi diretti dal regista polacco Krzysztof Kieślowski. Ogni episodio dura circa 55 minuti e racconta una storia di vita quotidiana indipendente da quelle degli altri episodi e ispirata, talora vagamente, talora in modo più esplicito, a uno dei dieci comandamenti biblici. La sceneggiatura è curata dallo stesso Kieślowski insieme a Krzysztof Piesiewicz.

Nel 1989 l'opera vince il primo premio al Festival di San Sebastian, il premio Fipresci al Festival di Venezia ed il Nastro d'Argento.

Il cofanetto DVD contenente l'opera esce in Italia nel 2002 e, come contenuto extra, contiene le schede critiche di ogni episodio scritte da Pino Farinotti.

Elenco degli episodi[modifica | modifica sorgente]

  • Decalogo 1 (Dekalog, jeden) - Io sono il Signore tuo Dio. Non avrai altro dio all'infuori di me
  • Decalogo 2 (Dekalog, dwa) - Non nominare il nome di Dio invano
  • Decalogo 3 (Dekalog, trzy) - Ricordati di santificare le feste
  • Decalogo 4 (Dekalog, cztery) - Onora il padre e la madre
  • Decalogo 5 (Dekalog, pięc) - Non uccidere. Poi trasformato in film TV con il titolo Non uccidere (Krótki film o zabijaniu)
  • Decalogo 6 (Dekalog, sześć) - Non commettere atti impuri. Poi trasformato in film TV con il titolo Non desiderare la donna d'altri o Non commettere atti impuri (Krótki film o miłości)
  • Decalogo 7 (Dekalog, siedem) - Non rubare
  • Decalogo 8 (Dekalog, osiem) - Non dire falsa testimonianza
  • Decalogo 9 (Dekalog, dziewięć) - Non desiderare la donna d'altri
  • Decalogo 10 (Dekalog, dziesięć) - Non desiderare la roba d'altri

[modifica | modifica sorgente]

  1. Breve film sull'uccidere (1988) ridotto in Decalogo 5
  2. Non desiderare la donna d'altri (1988) ridotto in Decalogo 6 nonostante il titolo italiano sia fuorviante e faccia riferimento al nono comandamento.

Il testimone silenzioso[modifica | modifica sorgente]

La prima apparizione del "testimone silenzioso" in Decalogo 1.

Ogni episodio del Decalogo ha un cast differente, ma in tutti, con l'eccezione dell'ultimo episodio, è presente la figura del "testimone silenzioso", un personaggio che non parla mai ma che assiste muto allo svolgimento delle vicende. Forse l'occhio di Dio? Forse la personificazione della coscienza? Forse un angelo? Il regista non ha mai rivelato il suo significato, né al pubblico né all'attore stesso.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema