La doppia vita di Veronica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La doppia vita di Veronica
LaDoppiaVitaDiVeronica.jpg
Titolo originale La Double Vie de Véronique
Lingua originale polacco, francese
Paese di produzione Francia, Polonia, Norvegia
Anno 1991
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1:66:1
Genere drammatico
Regia Krzysztof Kieślowski
Sceneggiatura Krzysztof Kieślowski, Krzysztof Piesiewicz
Produttore Leonardo De La Fuente
Produttore esecutivo Ryszard Chutkowski, Bernard-P. Guiremand
Casa di produzione Sideral Productions, Tor Production, Canal+, Norsk Film
Fotografia Sławomir Idziak
Montaggio Jacques Witta
Musiche Zbigniew Preisner
Scenografia Patrice Mercier
Costumi Laurence Brignon, Claudia Fellous e Elzbieta Radke
Trucco Iwona Maria Karpinska, Jolanta Stachecka e Agnès Tassel
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Premi

La doppia vita di Veronica (La Double Vie de Véronique) è un film del 1991 diretto da Krzysztof Kieślowski.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Weronika è una ragazza polacca con una voce sublime. Si sposta a Cracovia per far visita alla zia malata. Durante le prove musicali di un coro Weronika si mette a cantare, il direttore d'orchestra la nota e le chiede di fare un'audizione in seguito alla quale otterrà una parte in un concerto. Un giorno, per le strade della città, vede salire su un pullman una turista che ha il suo identico aspetto. Durante il concerto Weronika cade a terra e muore.

A Parigi, intanto, la francese Véronique si sente tutto d'un tratto strana: ha la sensazione di essere sola al mondo. Dopo aver saputo dal proprio medico di avere gravi problemi di cuore, Véronique va dal proprio maestro di musica ed annuncia di voler smettere di cantare. Se continuasse, infatti, rischierebbe di morire: fa quindi la scelta opposta a quella di Weronika. Divenuta insegnante di canto, Véronique un giorno conosce un marionettista che esibisce in uno spettacolo nella scuola. La ragazza inizia a ricevere telefonate anonime e pacchi contenenti delle cassette, da vari indizi riesce a risalire a al mittente e scopre che si tratta del marionettista, Alexandre, tra i due nasce una relazione. Una notte, in una stanza d'albergo, Alexandre fa notare a Véronique che in una foto del suo viaggio in Polonia c'è una donna uguale a lei, Véronique scoppia in lacrime. Alexandre costruisce una marionetta con le sembianze di Véronique, e visto che ne costruisce anche un'altra per sicurezza, comincia ad inventare la storia di due donne identiche nate lo stesso giorno, in città diverse ma unite psicologicamente; vuole chiamare questa storia "La doppia vita di..." ma non gli viene un nome appropriato.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima al Festival di Cannes 1991 il 15 maggio, poi al Toronto Film Festival il 7 settembre ed al New York Film Festival il 20 settembre. In Polonia è uscito il 6 ottobre.

Curiosità e collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Double Life of Véronique, Academic dictionaries and encyclopedias
  2. ^ Trivia for The Double Life of Veronique on imdb.com
  3. ^ Tre Colori: Film Blu, DVD della BIM, intervista a Juliette Binoche
  4. ^ Tre Colori: Film Bianco, DVD della BIM, intervista a Julie Delpy

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema