Cristiano Grottanelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cristiano Grottanelli (Roma, 2 agosto 1946Roma, 16 maggio 2010) è stato uno storico delle religioni italiano, professore di Storia delle religioni presso l’Università di Firenze.

Si interessò prevalentemente delle origini sacrali della sovranità e delle teorie del sacrificio, affiancandovi una riflessione storiografica e politica sulle diverse interpretazioni. Svolse inoltre collaborazioni col Centro Studi Religiosi e con la Fondazione del Collegio San Carlo di Modena. Morì il 16 maggio 2010 a 64 anni dopo una lunga malattia.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Ha curato: Sacrificio e società nel mondo antico (con Nicola Parise, Laterza 1988), Gli occhi di Alessandro. Sacralità del corpo e potere sovrano da Alessandro Magno a Ceausescu (con Sergio Bertelli, Ponte alle Grazie 1990) e Comparativa/mente assieme a Pietro Clemente, Seid Editori 2009.

Biblioteca personale[modifica | modifica wikitesto]

Una parte della biblioteca personale di Cristiano Grottanelli, costituita da circa 7500 volumi; 70 titoli di riviste e una sezione di letteratura grigia (lettere; fotografie; cartoline etc.) è stata acquisita nel 2009 dall'Università Ca' Foscari Venezia ed è oggi consultabile presso la Biblioteca di Area Umanistica (BAUM). Si tratta di una collezione di storia delle religioni e di antropologia, alimentata in parte anche dai libri dell'etnologo Vinigi Lorenzo Grottanelli, padre di Cristiano.[2]

La restante parte della biblioteca personale era conservata in una casa di famiglia a Calvi dell'Umbria. Nel 2006 è stata donata alla Biblioteca centrale Eduardo Renato Caianiello dell'Università di Salerno. Il fondo consta complessivamente di circa 900 esemplari ed è molto omogeneo per composizione. Comprende per la quasi totalità titoli francesi (in prevalenza narrativa, con sporadiche incursioni nei campi della poesia, del teatro e della saggistica) in edizioni di piccolo formato - databili fra la seconda metà dell'Ottocento (un centinaio) e la prima metà del Novecento (oltre 500 unità) - appartenenti a collane economiche dei più noti editori transalpini (Gallimard, Flammarion, Plon, Grasset, Hachette, ecc.). La collezione include quasi tutti i grandi nomi della letteratura francese otto-novecentesca: da Stendhal, Lamartine, Balzac, Hugo, Mérimée, George Sand, de Nerval, i Dumas, Gautier, Flaubert, Daudet, ecc.) fino a Claudel, Gide, Valery, Mauriac, Bernanos, Radiguet, ecc. Aggiunta al nucleo originario e più eterogenea l'ultima sezione, che comprende qualche traduzione da altre letterature e saggi recenti di vario argomento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio a Cristiano Grottanelli, autore di molti libri storici in Leggo.it, 17 maggio 2010. URL consultato l'11 agosto 2014.
  2. ^ Università Ca'Foscari, Venezia, Scheda Fondo Cristiano Grottanelli.
Controllo di autorità VIAF: 59116638 · LCCN: n86067096 · SBN: IT\ICCU\CFIV\061594