Comédie-Française

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 48°51′49″N 2°20′09″E / 48.863611°N 2.335833°E48.863611; 2.335833

La Comédie-Française (2005)

La Comédie-Française, o Théâtre-Français fu fondata nel 1680 e si trova dal 1799 nel cuore del Palais-Royal nel I arrondissement di Parigi. È il solo teatro francese di Stato che dispone di una compagnia permanente di attori, la Troupe des Comédiens français. Il drammaturgo più conosciuto legato alla Comédie-Française è Molière. È considerato come il patrono dei comédiens français: eppure era morto da sette anni quando nacque la casa di Molière.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Comédie-Française nel XVIII secolo
La sala del teatro nel XVIII secolo

La Comédie-Française fu fondata a seguito di uno speciale ordine, la lettre de cachet, del re Luigi XIV il 21 ottobre 1680 per fondere le due sole compagnie parigine dell’epoca, la compagnia dell’Hôtel Guénégaud e quella dell'Hôtel de Bourgogne. Il 25 agosto, gli attori si erano già uniti per la loro prima rappresentazione mettendo in scena Fedra di Jean Racine e Carosses d'Orléans di La Chapelle. Il decreto reale accordò loro il monopolio delle recite a Parigi, che i comédiens français difenderanno gelosamente nel corso del XVIII secolo, particolarmente contro i Comédiens-italiens .

Il 5 febbraio 1681, i comédiens français si riunirono con un atto costitutivo di associazione che regolava in particolar modo il regime pensionistico degli attori. Il repertorio si componeva allora di opere teatrali di Molière e di Racine, pure di qualche lavoro di Pierre Corneille, Paul Scarron e Jean Rotrou. Le assegnazioni erano stabilite dall’autore se vivo e, in caso contrario, dai primi gentiluomini della Camera del re.

Il 3 settembre 1793, durante la rivoluzione francese, la Comédie-Française venne chiusa per ordine del comitato di salute pubblica, e gli attori furono imprigionati.

Il 30 maggio 1799, il nuovo governo mise a loro disposizione la salle Richelieu dove recitava Talma, per permettere agli attori di ricostruire la compagnia.

Il motto della Comédie-Française è Simul et singulis (essere insieme e essere sé stessi).

La Comédie-Française dispone oggi di un repertorio di tremila opere teatrali e di tre teatri a Parigi: la salle Richelieu (parte del Palais-Royal), il Théâtre du Vieux-Colombier e lo Studio-Théâtre.

Le sale della Comédie-Française[modifica | modifica sorgente]

Amministratori[modifica | modifica sorgente]

Vedere: Amministratori della Comédie-Française

Scenari della Comédie-Française[modifica | modifica sorgente]

Nel XX secolo, gli scenari della Comédie-Française furono concepiti da noti pittori, tra i quali Marie Laurencin, Valentine Hugo, Christian Bérard, Jean Carzou, Cassandre, Raoul Dufy, Richard Peduzzi o il regista Bob Wilson.

Un gruppo di venti persone assicura la realizzazione degli scenari.

Il sipario è stato creato dal pittore Olivier Debré.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]