Casciubi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casciubi
Casciubi
Bandiera dei casciubi.
Luogo d'origine Pomerania
Popolazione 50.000/500.000
Lingua casciubo
Religione cattolicesimo
minoranze protestanti
Distribuzione
Polonia Polonia
Germania Germania
Canada Canada
Ragazza in costume tradizionale.

I Casciubi (in casciubo Kaszëbi, in polacco Kaszubi, in tedesco Kaschuben) sono una popolazione appartenente al gruppo degli Slavi occidentali diffusa in Pomerelia (Polonia).

La zona nella quale vivono è conosciuta come Casciubia o Cassubia (in casciubo Kaszëbë o Kaszëbskô, in polacco Kaszuby).

I casciubi parlano il casciubo, classificato talvolta come dialetto del polacco, altre volte come lingua propria e, in analogia con la lingua, il popolo è considerato come etnia o certe volte più semplicemente come gruppo linguistico.

Dopo aver subìto molte tragiche vicissitudini storiche l'etnia casciuba è oggi in forte declino; secondo l'ultimo censimento polacco del 2002 solo 5.100 persone si dichiarano di nazionalità casciuba, anche se si considera che circa 50.000 persone parlino usualmente il casciubo in Polonia. Altre stime sull'effettivo numero di casciubi attualmente oscillano da un minimo di 50.000 persone fino a un massimo di 500.000 (2006); anche per questo la lingua gode di un certo grado di protezione legale in Polonia, pur se per molto tempo è stata considerata erroneamente un dialetto "germanizzato" del polacco.

Il popolo casciubo è discendente diretto dell'antica tribù slava dei pomerani. È accertato che gli antenati dei casciubi e pomerani arrivarono nella regione del basso corso della Vistola e dell'Oder già circa 1500 anni fa. La più antica menzione conosciuta che faccia riferimento ai casciubi è una carta del XIII secolo firmata dal duca Barnim I di Pomerania.

Casciubi famosi[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]