Capnolagnia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Foto erotica vintage di una donna che fuma

La capnolagnia è una forma di feticismo, comunemente chiamato anche feticismo del fumo, basato sull'osservazione di una persona che fuma. Tra le origini di questo comportamento figurano l'infrangere quello che viene considerato un tabù e l'immagine di potere e sicurezza di sé trasmessa da una persona che fuma. All'interno della comunità gay vi è un'associazione con la mascolinità.

Tra gli uomini eterosessuali, questo feticismo è spesso associato con una fissazione orale e con la fellatio; oltre ad essere associato all'immagine stessa di una donna che fuma, si ritiene che anche l'odore particolare del fumo espirato svolga un ruolo attivo nel causare l'eccitazione sessuale.[1]

BDSM[modifica | modifica wikitesto]

In una pratica nell'ambito del BDSM, il partner dominante mentre fuma una sigaretta soffia in faccia il fumo al proprio sottomesso o usa la sua bocca o il suo corpo come posacenere. Questo atto è generalmente associato con l'umiliazione del partner sottomesso dovuta all'insulto rappresentato dal fumo soffiato in faccia, ma può essere semplicemente legato al gusto e all'odore della cenere o dal fumo passivo in caso di masochisti che non godono con l'umiliazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Smoking Fetish: Is It The Newest Form Of Sexual Stimulation?. URL consultato il 3 settembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]