Cane bianco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cane bianco
Cane biancо.png
una scena del film
Titolo originale White Dog
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1982
Durata 84 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.78 : 1
Genere drammatico
Regia Samuel Fuller
Soggetto dal romanzo di Romain Gary
Sceneggiatura Samuel Fuller, Curtis Hanson
Produttore Jon Davison
Produttore esecutivo Edgar J. Scherick, Nick Vanoff
Casa di produzione Paramount Pictures
Fotografia Bruce Surtees
Montaggio Bernard Gribble
Effetti speciali Dave Allen, John Frazier
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Brian Eatwell
Costumi Ellis Cohen, Gail Viola
Trucco Adelbert Acevedo, Barbara Lorenz
Interpreti e personaggi

Cane bianco (White Dog) è un film del 1982 diretto da Samuel Fuller e basato sul romanzo Chien blanc (1970) di Romain Gary, a cui il film è dedicato.

Nonostante fosse intenzione degli autori mandare un messaggio antirazzista e di tolleranza tra i popoli, proprio a causa del contenuto forte e rude il film fu ritenuto politicamente scorretto dalla Paramount Pictures, che decise di bloccarne la distribuzione cinematografica negli Stati Uniti per evitare polemiche.

Trovò distributori per il grande schermo solo in Francia e Regno Unito, dove uscì nel 1982, mentre nella stragrande maggioranza del resto delle nazioni che ne avevano comprato i diritti di distribuzione uscì direttamente per il mercato casalingo od ottenendo solamente messe in onde "straordinarie" per la televisione via cavo.

Nel 2010 è stato inserito dal sito Best Complex nella classifica dei 50 film più razzisti di sempre, aggiudicandosi la 42ª posizione, nonostante il chiaro messaggio antirazzista che il film vuole trasmettere.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

La giovane attrice Julie Sawyet è appena uscita da lavoro, è notte fonda, e nella strada del ritorno investe un pastore svizzero bianco . Presa dall'amore per il cane infreddolito e ferito, lo porta in casa con l'intenzione di accudirlo sino a che non trova i proprietari.

L'indomani si reca da un veterinario per accertarne lo stato di salute e curarlo. La sera stessa succede che un rapinatore entra in casa di Julie e del suo ragazzo aggredendoli. Il cane bianco interviene prontamente e ferma l'uomo, i due decidono così di tenerlo.

Qualche tempo dopo Julie si reca sul set di un film con il cane per presentarlo a tutti i colleghi, ma proprio qui capita che l'animale aggredisce un'attrice di colore al collo, ma fortunatamente riesce a salvarsi.

L'episodio sembra un caso fortuito, ma una notte il cane esce da casa di Julie e a sua insaputa uccide in modo piuttosto violento uno spazzino afroamericano, e dopo averlo lasciato in terra esanime torna in casa nella cuccia a dormire.

Julie inizia a spaventarsi, decide così di portare il cane da due addestratori, Carruthers, il quale è convinto che il solo modo per educarlo sia sopprimerlo, e Keys, che prende in cura il cane con la promessa personale di riuscire a riportarlo in stato bravo senza che attacchi più persone di colore.

Intanto, indagando sul passato del pastore svizzero bianco, Julie scopre che è stato proprietà di un ragazzo bianco razzista che lo ha addestrato per lungo tempo ad uccidere i "nemici", i neri.

Passato il periodo con Keys, il cane sembra guarito, non morde più nessuno e non è aggressivo, tuttavia l'addestratore confida a Julie di tenerlo sempre sotto stretta sorveglianza e di non lasciarlo mai per nessun motivo.

I due quindi decidono di fare una prova, Keys libera il cane per il giardino, ma questi attacca Carruthers, rivelando quindi di non essere cambiato, ma di aver cambiato mentalità, al posto di attaccare i neri ora vuole i bianchi.

Sommerso dal dolore e dalla tristezza, Keys si vede costretto a sopprimerlo così che esso non possa più far del male.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver avuto sott'occhio il materiale girato per Cane bianco, la Paramount, spiegando la delicatezza del tema trattato dall'opera in corrispondenza a forte scene di violenza, decise di ridurre il numero di copie per le sale cinematografiche statunitensi per occorrere a una distribuzione limitata.[2][3]

La prima internazionale del film si tenne in Francia il 7 luglio 1982, accogliendo buoni riscontri da parte della critica cinematografica. A poco più di un anno di distanza, la United International Pictures decise di acquistare i diritti di distribuzione dell'opera per un'uscita cinematografica in Inghilterra.[4]

In occorrenza di imminenti messe in onda per le emittenti televisive via cavo, il film venne rimontato in una versione censurata per una visione usufruibile ad un più vasto pubblico. Tra i canali interessati alla proiezione televisiva, la NBC, che acquistando i diritti del film al prezzo di 2,5ml $ iniziò ad occuparsi della restaurazione di Cane Bianco per una messa in onda senza censure. Comunque, qualche tempo dopo l'annuncio di queste notizie, la National Association for the Advancement of Colored People, un'associazione per la tutela dei diritti degli afroamericani, intentò e vinse una causa per l'annullamento della proiezione televisiva a causa del materiale poco adatto a un pubblico facilmente suggestionabile col rischio d'istigazione all'odio razziale.[4]

Nonostante tutti questi eventi contro il film, Cane bianco è stato oggetto di speciali e maratone televisive, nonché di particolari proiezioni in alcuni festival cinematografici.[2][3][5]

Edizione casalinga[modifica | modifica sorgente]

Dal 2 dicembre 2008 uscì per il mercato casalingo americano una versione DVD di Cane bianco senza censure, dopo che l'azienda privata The Criterion Collection ne acquistò i diritti mettendosi al lavoro per restaurare il film. Tra i contenuti extra si possono trovare interviste a membri del cast artistico e tecnico, scene tagliate e l'opinione generale del regista Fuller sul film e la questione del razzismo.[6]

Tematiche[modifica | modifica sorgente]

Trattando come tematica principale il razzismo, descritto come una malattia incurabile e parte - oramai, della cultura e società moderna, la storia ruota attorno ad un cane bianco trovato in stato di randagismo da una giovane attrice, che col tempo si scoprirà essere stato addestrato fin da cucciolo ad attaccare le persone di colore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ BadTaste.it - Il nuovo gusto del cinema!
  2. ^ a b (EN) J. Hoberman. White Dog: Sam Fuller Unmuzzled. The Criterion Collection, 28-11-2008.
  3. ^ a b Dave Kehr.Fuller's fable `White Dog' has its day at last. Chicago Tribune, 29-11-1991 (pagina C; Issn 1085-6706.
  4. ^ a b Lis Dombrowski. Every Dog Has Its Day: The Muzzling of Samuel Fuller's White Dog. Film Comment, ?-11-2008 (volume 44, issue 6, pagine 46-49).
  5. ^ Kim Moran. Movies on DVD: White Dog. Entertainment Weekly, 12-12-2008 (issue=1025, pagina 56, Issn 1049-0434)
  6. ^ White Dog (1982), The Criterion Collection.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema