Calomyscus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Calomyscus
Calo10.jpg
Calomyscus bailwardi
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Calomyscidae
Vorontsov & Potapova, 1979
Genere Calomyscus
Thomas, 1905
Specie

Vedi testo

Calomyscus (Thomas, 1905) è l'unico genere di Roditori della famiglia dei Calomiscidi (Vorontsov & Potapova, 1979), comunemente noti come criceti murini.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Al genere Calomyscus appartengono roditori di piccole dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 61 e 98 mm, la lunghezza della coda tra 72 e 102 mm e un peso fino a 30 g.[1]

Caratteristiche craniche e dentarie[modifica | modifica sorgente]

Il cranio presenta una scatola cranica larga ed appiattita. I piatti zigomatici sono diritti nella parte anteriore. Le ossa nasali si estendono oltre la linea degli incisivi superiori. La fossa pterigoidea è piatta. I fori palatali sono corti. La bolla timpanica è piccola. Il processo coronoide è sottile.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 0 0 1 1 0 0 3
3 0 0 1 1 0 0 3
Totale: 16
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il corpo è simile a quello dei topi. La pelliccia è molto soffice e fine. Il muso è appuntito. Le orecchie sono grandi, rotonde e prive di peli. Il piede è lungo e sottile. Le zampe hanno entrambe 5 dita di proporzioni normali, con il pollice munito di un'unghia. Gli artigli sono piccoli e delicati. La coda è più lunga della testa e del corpo, è densamente ricoperta di peli e termina con un ciuffo di lunghi peli. Le femmine hanno 3 paia di mammelle.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

I criceti murini sono roditori adattati alla vita sotterranea diffusi nell'Asia centrale, dall'Iran al Pakistan ad est e alla Russia meridionale a nord.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Il genere comprende 8 specie.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Novak, 1999, op. cit.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Calomyscus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi