COBE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
COBE
Emblema missione
Cosmic Background Explorer logo.jpg
Immagine del veicolo
Cobe.jpg
Dati della missione
Proprietario NASA
Destinazione Orbita terrestre a quota 900,2 km
Vettore Delta
Lancio 18 novembre 1989
Massa 2270 kg
Strumentazione * DIRBE
  • FIRAS
  • DMR

Il satellite scientifico COBE (COsmic Background Explorer) fu lanciato dalla NASA il 18 novembre 1989. La sua missione era di misurare lo spettro della Radiazione cosmica di fondo a microonde (CMBR) e di cercare eventuali disuniformità in questa radiazione.[1]

La missione fu un successo: dopo aver trovato che (in perfetto accordo con le previsioni teoriche) la CMBR ha uno spettro di corpo nero ad una temperatura di 2,726 kelvin, nel 1992 furono anche pubblicate le mappe della CMBR ottenute da COBE, che per la prima volta rivelavano variazioni spaziali dell'emissione. La misurazione di queste piccole variazioni (comprese fra lo 0,0001% e lo 0,001% del valore medio, su scale angolari di diversi gradi)[2] si è dimostrata fondamentale per la successiva evoluzione della Cosmologia, tanto che COBE è stato seguito da una lunga serie di esperimenti (BOOMERanG, WMAP e in futuro Planck, per citare solo i più importanti) per misurare con maggiore dettaglio le proprietà della CMBR, in particolare il suo spettro angolare e la sua polarizzazione.

Due dei principali ideatori e realizzatori di COBE, John C. Mather e George F. Smoot, hanno ricevuto il Premio Nobel per la Fisica del 2006 per i risultati conseguiti dal satellite.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Boggess, N.W., J.C. Mather, R. Weiss, C.L. Bennett, E.S. Cheng, E. Dwek, S. Gulkis, M.G. Hauser, M.A. Janssen, T. Kelsall, S.S. Meyer, S.H. Moseley, T.L. Murdock, R.A. Shafer, R.F. Silverberg, G.F. Smoot, D.T. Wilkinson, and E.L. Wright, The COBE Mission: Its Design and Performance Two Years after the launch in Astrophysical Journal, vol. 397, nº 2, 1992, p. 420, Bibcode:1992ApJ...397..420B, DOI:10.1086/171797.
  2. ^ Francesco Melchiorri, Bianca O. Melchiorri, Luca Pietranera e B. O. Melchiorri, Fluctuations in the microwave background at intermediate angular scales in The Astrophysical Journal, vol. 250, novembre 1981, pp. L1, Bibcode:1981ApJ...250L...1M, DOI:10.1086/183662. URL consultato il 23 agosto 2011.
  3. ^ The Nobel Prize in Physics 2006 (PDF), The Royal Swedish Academy of Sciences, 3 ottobre 2006. URL consultato il 7 dicembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Programma Explorer
Lancio di explorer 1
1 I 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 (AE-A) | 18 (IMP-A) | 19 (AD-A) | 20 | 21 (IMP-B) | 22 | 23 | 24 (AD-B) | 25 (Injun-4) | 26 | 27 | 28 (IMP-C) | 29 (GEOS A) | 30 (Solrad 8) | 31 | 32 (AE-B) | 33 (IMP-D) | 34 (IMP-F) | 35 (IMP-E) | 36 (GEOS B) | 37 (Solrad 9) | 38 (RAE-A) | 39 (AD-C) | 40 (Injun-5) | 41 (IMP-G) | 42 (Uhuru) | 43 (IMP-I) | 44 (Solrad 10) | 45 | 46 | 47 (IMP-H) | 48 (SAS-2) | 49 (RAE-B) | 50 (IMP-J) | 51 (AE-C) | 52 (Injun-F) | 53 (SAS-3) | 54 (AE-D) | 55 (AE-E) | 56 (ISEE 1) | 57 (IUE) | 58 (AEM-A) | 59 (ICE) | 60 (AEM-B) | 61 (Magsat) | 62 (DE-1) | 63 (DE-2) | 64 (SME) | 65 (CCE) | 66 (COBE) | 67 (EUVE) | 68 (SAMPEX) | 69 (RXTE) | 70 (FAST) | 71 (ACE) | 72 (SNOE) | 73 (TRACE) | 74 (SWAS) | 75 (WIRE) | 76 (TERRIERS) | 77 (FUSE) | 78 (IMAGE) | 79 (HETE-2) | 80 (WMAP) | 81 (RHESSI) | 82 (CHIPS) | 83 (GALEX) | 84 (Swift) | 85-89 (THEMIS) | 90 (AIM) | 91 (IBEX) | 92 (WISE) | 93 (NuSTAR) | 94 (IRIS)
Voci correlate: Esplorazione spaziale
Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica