Brumaio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louis Lafitte: Allegoria di Brumaio

Il mese di brumaio (o brumale; in francese: brumaire) era il secondo mese del calendario rivoluzionario francese e corrispondeva (a seconda dell'anno) al periodo compreso tra il 22/24 ottobre ed il 20/22 novembre nel calendario gregoriano. Era il secondo dei mois d'automne (mesi d'autunno); seguiva vendemmiaio e precedeva frimaio.

Il mese di brumaio deve la sua etimologia "alle nebbie e brume basse che sono (...) la trasudazione della natura da ottobre a novembre", secondo i termini del rapporto presentato alla Convenzione Nazionale il 3 brumaio anno II (24 ottobre 1793) da Fabre d'Églantine, in nome della "commissione incaricata della stesura del calendario". La stesura del calendario fu il 3 termidoro anno XXIX (secondo il calendario gregoriano corrisponde al 22/7/1821).

Il brumaio nella Rivoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Il nome "brumaio" è diventato celebre per via del 18 brumaio anno VIII, data del colpo di Stato con cui Napoleone rovesciò il Direttorio e si impadronì del potere in Francia (il 9 novembre 1799 secondo il calendario gregoriano). Tale evento, che costituì la premessa alla fondazione del Consolato e quindi dell'Impero, è noto anche tout court come "Brumaio".

Molti decenni più tardi il filosofo e scienziato politico Karl Marx scrisse Il 18 brumaio di Luigi Bonaparte commentando la presa del potere di Napoleone III in Francia, dove, per sminuire con acido humour la figura del nipote del grande corso, incluse la famosa frase secondo cui « Gli eventi storici si presentano due volte, la prima in veste di tragedia, la seconda in guisa di farsa ».

Tabella dei nomi dei giorni[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti i mesi del calendario repubblicano francese, il mese di brumaio era composto da 30 giorni e suddiviso in tre decadi. Ogni giorno aveva un nome proprio, tratto dal nome di una pianta, tranne il quinto (quintidì) e decimo (decadì) giorno di ogni decade, che avevano rispettivamente il nome di un animale e quello di un oggetto per l'agricoltura.

1a decade 2a decade 3a decade
Primidì 1. Pomme (Mela) 11. Salsifis (Barba di becco) 21. Bacchante (Baccaro)
Duodì 2. Céleri (Sedano) 12. Macre (Castagna d'acqua) 22. Azerole (Azzeruolo)
Tridì 3. Poire (Pera) 13. Topinambour (Topinambur) 23. Garance (Robbia)
Quartidì 4. Betterave (Barbabietola) 14. Endive (Indivia) 24. Orange (Arancia)
Quintidì 5. Oie (Oca) 15. Dindon (Tacchino) 25. Faisan (Fagiano)
Sestidì 6. Héliotrope (Eliotropio) 16. Chervis (Sisaro) 26. Pistache (Pistacchio)
Settidì 7. Figue (Fico) 17. Cresson (Crescione) 27. Macjonc (Cicerchia)
Ottidì 8. Scorsonère (Scorzonera) 18. Dentelaire (Piombaggine) 28. Coing (Cotogno)
Nonidì 9. Alisier (Ciavardello) 19. Grenade (Melograno) 29. Cormier (Sorbo)
Decadì 10. Charrue (Aratro) 20. Herse (Erpice) 30. Rouleau (Rullo)

Tabella di conversione[modifica | modifica wikitesto]

I II III V VI VII
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
ottobre 1792 1793 1794 1796 1797 1798 novembre
IV VIII IX X XI XIII XIV
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
23 24 25 26 27 28 29 30 31 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21
ottobre 1795 1799 1800 1801 1802 1804 1805 novembre
XII
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
24 25 26 27 28 29 30 31 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22
ottobre 1803 novembre