Brigham Young

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il film, vedi La grande missione.
Brigham Young

Brigham Young (Whitingham, 1º giugno 1801Salt Lake City, 29 agosto 1877) fu il secondo Presidente della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, anche conosciuta come chiesa mormone.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque il 1º giugno 1801, in Whitingham, Vermont. Nel 1835, tre anni dopo essersi battezzato nella Chiesa, fu chiamato nel Quorum dei Dodici Apostoli. A causa delle persecuzioni verso i santi degli ultimi giorni o mormoni, che portarono anche alla morte di Joseph Smith, Young guidò i mormoni in un'epica migrazione (1846-1847) dall'Illinois verso le Montagne Rocciose e fondò la città di Salt Lake City, Utah. Guidò la Chiesa come presidente del Quorum dei Dodici Apostoli dal 1844 al 1847 e come presidente per altri 30 anni dal 1847 al 1877. In qualità di Presidente della Chiesa e di Governatore Territoriale dello Utah, fu l'artefice della colonizzazione di gran parte dei territori dell'Ovest degli Stati Uniti. Sotto la sua direzione vennero intrapresi i lavori per la costruzione dei templi mormoni di Salt Lake City, St. George e Logan. Morì il 29 agosto 1877 dopo quasi trent'anni di presidenza della Chiesa di Gesù Cristo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Chiesa di Gesù Cristo
dei Santi degli Ultimi Giorni
Successore USVA headstone emb-11.svg
Joseph Smith 1847-1877 John Taylor

Controllo di autorità VIAF: 2772589 LCCN: n50013614