John Taylor (profeta mormone)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Taylor

John Taylor (Milnthorpe, 1 novembre 1808Kaysville, 25 luglio 1887) è stato un pastore protestante inglese.

Fu il terzo presidente della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, dal 1880 al 1887.

Gioventù[modifica | modifica sorgente]

Taylor nacque in Inghilterra nel 1808 in una famiglia anglicana. All'età di 16 anni si convertì alla chiesa metodista, dove divenne predicatore. Si trasferì poi con la famiglia a Toronto dove conobbe e sposò il 28 gennaio 1833 Leonora Cannon, anch'essa di fede metodista.

Conversione e ministeri[modifica | modifica sorgente]

Nel 1836 incontrò Parley P. Pratt, un Apostolo della chiesa mormone e nello stesso anno lui e sua moglie si convertirono. Divenuto presidente della Chiesa per il Canada, nel 1837 si recò a Kirtland (Ohio), dove conobbe il profeta Joseph Smith, di cui divenne fedele amico. L'anno successivo venne nominato Apostolo e, quando nel 1844 Joseph Smith venne assassinato a Carthage, egli era imprigionato con lui nella stessa cella con Willard Richards e Hyrum Smith. Un orologio da taschino gli salvò la vita deviando un proiettile diretto al cuore. Servì come missionario in Francia nel 1850. Al suo ritorno a Salt Lake City creò diverse organizzazioni legate alla Chiesa e pubblicò alcuni testi sulla Chiesa e sulla libertà. Nel 1880 divenne Profeta. Nel 1887 si ammalò gravemente e morì nello Utah.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Presidente della Chiesa di Gesù Cristo
dei Santi degli Ultimi Giorni
Successore USVA headstone emb-11.svg
Brigham Young 1880-1887 Wilford Woodruff

Controllo di autorità VIAF: 16173474 LCCN: n84135161