Borsa di Amsterdam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La sede della Borsa di Amsterdam

La Borsa di Amsterdam (in olandese Amsterdamse effectenbeurs), ribattezzata Euronext Amsterdam nel 2000, è il principale mercato finanziario dei Paesi Bassi. Gli indici principali sono l'AEX (Amsterdam Exchange Index)[1] e l'AMX (Amsterdam Midkap Index).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La ex sede della Borsa di Amsterdam, edificio noto come Beurs van Berlage, è stato costruito nel 1903 e progettato dall'architetto Hendrik Petrus Berlage.

La Borsa di Amsterdam è la più antica al mondo ed è stata fondata nel 1607, per permettere alla Compagnia olandese delle Indie orientali di trovare fondi per finanziare il trasporto delle merci dall'Estremo Oriente.[1] Le azioni della Compagnia sono state le prime al mondo ad essere titoli al portatore facendo della stessa compagnia la prima società per azioni della storia.[2] Poco dopo furono anche introdotti le opzioni ed i futures i quali garantivano agli operatori di poter vendere o comprare i titoli nel futuro.[1]

Dalla fine del XVII secolo la borsa ebbe una sede permanente nella città di Amsterdam.[1] Tra il 1898 ed il 1903, sotto la guida dell'architetto olandese Hendrik Petrus Berlage fu costruita una nuova sede.[3] L'edificio, oggi non più utilizzato come sede degli scambi, è conosciuto col nome di Beurs van Berlage (Borsa di Berlage).

Nel 2000, insieme alla Borsa di Parigi e alla Borsa di Bruxelles ha dato vita all'Euronext, una borsa paneuropea a struttura federativa. Nel 2007, Euronext a sua volta, dopo aver federato altri mercati europei, ha dato vita, assieme alla Borsa di New York al NYSE Euronext che nel 2012 è stata acquistata da IntercontinentalExchange.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Euronext Amsterdam, Sito ufficiale Euronext. URL consultato il 27 febbraio 2015.
  2. ^ L'economia nel 1600, www.appuntieconomia.it. URL consultato il 27 febbraio 2015.
  3. ^ (EN) Beurs van Berlage in Amsterdam, www.amsterdam.info. URL consultato il 27 febbraio 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]