Binary Domain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Binary Domain
Logo del gioco.
Logo del gioco.
Titolo originale Binary Domain
Sviluppo Yakuza Studio
Pubblicazione SEGA
Ideazione Toshihiro Nagoshi
Data di pubblicazione Xbox 360 & PS3:
Giappone 16 febbraio 2012
Flag of the United States.svg 28 febbraio 2012
Europa 24 febbraio 2012

Windows:
Flag of the United States.svg 15 maggio 2012
ColoredBlankMap-World-10E.svg 27 aprile 2012 (Steam)
Europa 18 maggio 2012

Genere Sparatutto in terza persona, Videogioco tattico in tempo reale
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Xbox 360, Playstation 3
Distribuzione digitale Steam
Supporto Blu-ray disc, DVD-ROM
Requisiti di sistema Minimi (Win)
  • OS: Microsoft Windows 7/Vista/XP
  • Processore: Intel Core 2 Duo @ 2.66 GHz o AMD equivalente
  • Memoria: 2GB RAM (XP)/3GB RAM (Windows 7 / Vista)
  • Scheda grafica: NVIDIA GeForce GT220 (512MB) / ATI Radeon HD 2600 XT (512MB)
  • Spazio su HD: 8 GB

Consigliati (Win)

  • OS: Microsoft Windows 7
  • Processore: Intel Core i5 @ 2.66 GHz o AMD equivalente
  • Memoria: 3GB RAM
  • Scheda grafica: NVIDIA GeForce GTX 460 (1GB) / ATI Radeon HD 5750 (1GB)
  • Spazio su HD: 8 GB
Fascia di età BBFC: 15
CERO: D
ESRB: M
PEGI: 18

Binary Domain (バイナリー ドメイン Bainarī Domein?) è un videogioco tattico/Sparatutto in terza persona uscito per Xbox 360 e PlayStation 3[1] nel febbraio 2012. Il gioco è sviluppato dallo Yakuza Studio, team interno a SEGA. L'ideatore di Binary Domain è Toshihiro Nagoshi, autore della serie di videogiochi Yakuza. Il primo trailer del videogioco è stato distribuito il 28 aprile 2011.[2] Il gioco è disponibile per PC dal 27 aprile 2012 in versione digitale su Steam, e in versione retail dal 18 maggio 2012.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è ambientato a Tokyo negli anni 2080 ed è caratterizzato da un'innovativa tecnologia IA dei nemici.[3] Il giocatore comanda un'intera squadra, a cui potrà impartire ordini o tramite i tasti del joypad o direttamente a voce tramite l'auricolare[4], in un mondo devastato dal riscaldamento globale e dalla scelleratezza dell'uomo: complessa anche la questione legata all'invasione delle macchine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jim Reilly, SEGA's Binary Domain Revealed, IGN, 1º dicembre 2010. URL consultato il 29 gennaio 2011.
  2. ^ Binary Domain First Gameplay Trailer
  3. ^ Conrad Zimmerman, Sega announces Binary Domain, Destructoid, 1º dicembre 2010. URL consultato il 29 gennaio 2011.
  4. ^ Ishaan, You Can Talk To Your AI Teammates In Binary Domain, Literally, Siliconera, 9 giugno 2011. URL consultato il 18 agosto 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi