Balantiocheilos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Balantiocheilos
Haibarben (Balantiocheilos melanopterus).jpg
Balantiocheilos melanopterus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cyprinodontiformes
Famiglia Cyprinidae
Sottofamiglia Barbinae
Genere Balantiocheilos
Bleeker,1860

Balantiocheilos, è un genere di pesci d'acqua dolce appartenenti alla famiglia Cyprinidae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere deriva dall'unione delle parole greche balantion (borsa) cheilos, indicante le labbra pronunciate delle specie.

Distribuzione ed habitat[modifica | modifica wikitesto]

Queste specie sono diffuse nel Sud-est asiatico, nel bacino idrografico dei fiumi Chao Phraya, Mekong, nelle acque dolci di Sumatra, Borneo, Malaysia e Thailandia, dove è presente in acque medie e profonde di grandi bacini o bracci fluviali.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Gli esemplari giovanili presentano un corpo snello ed allungato, piuttosto compresso ai fianchi, con profili dorsale e ventrale poco accentuati e peduncolo caudale allungato. La coda è biforcuta. Le scaglie argentee sono ben evidenti e lucenti. Le pinne sono grandi e triangolari, con angoli smussati. La testa è appuntita con occhi grandi. Gli esemplari adulti hanno un profilo più robusto e tozzo, con dorso e ventre più arrotondati. I maschi sono leggermente più colorati e le femmine presentano ventre più arrotondato.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono pesci ovipari: la fecondazione è esterna ed avviene durante la deposizione. Non vi sono cure parentali.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Onnivori: si nutrono di fitoplancton, insetti, invertebrati e crostacei.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Entrambe le specie sono a rischio di estinzione: Balantiocheilos ambusticauda è inserito nella IUCN Red List con la dicitura critico dal 2011[1], esistendo in natura una popolazione di soli 50 individui; Balantiocheilos melanopterus è anch'esso inserito nella IUCN Red List con la dicitura in pericolo: dal 1996[2] è infatti in pericolo di estinzione nei luoghi d'origine a causa dell’industrializzazione che ha compromesso il suo habitat naturale.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Al genere appartengono 2 specie:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pagina IUCN su Balantiocheilos ambusticauda
  2. ^ Pagina IUCN su Balantiocheilos melanopterus

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci