Arcidiocesi di Nampula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Nampula
Archidioecesis Nampulensis
Chiesa latina
Diocesi suffraganee
Lichinga, Nacala, Pemba
Arcivescovo metropolita Tomé Makhweliha, S.C.I.
Ausiliari Ernesto Maguengue
Arcivescovi emeriti Manuel Vieira Pinto
Sacerdoti 67 di cui 36 secolari e 31 regolari
4.598 battezzati per sacerdote
Religiosi 82 uomini, 144 donne
Abitanti 2.700.000
Battezzati 308.111 (11,4% del totale)
Superficie 51.000 km² in Mozambico
Parrocchie 37
Erezione 4 settembre 1940
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora di Fatima
Indirizzo Paco Arquiepiscopal, C. Postal 84, 70100 Nampula, Moçambique
Sito web www.arquidiocesenampula.net
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Mozambico

L'arcidiocesi di Nampula (in latino: Archidioecesis Nampulensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2004 contava 308.111 battezzati su 2.700.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Tomé Makhweliha, S.C.I.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende i distretti civili meridionali della provincia di Nampula in Mozambico.

Sede arcivescovile è la città di Nampula, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora di Fatima.

Il territorio è suddiviso in 37 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Nampula fu eretta il 4 settembre 1940 con la bolla Sollemnibus Conventionibus di papa Pio XII, ricavandone il territorio dalla prelatura territoriale di Mozambico. Contestualmente la prelatura territoriale di Mozambico fu elevata ad arcidiocesi con il nome di arcidiocesi di Lourenço Marques (oggi arcidiocesi di Maputo) e la diocesi di Nampula ne divenne suffraganea.

Il 5 aprile 1957 e il 21 luglio 1973 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Porto Amélia (oggi diocesi di Pemba) e di Villa Cabral (oggi diocesi di Lichinga).

Il 4 giugno 1984 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Quo efficacius di papa Giovanni Paolo II.

L'11 ottobre 1991 ha ceduto un'altra porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Nacala.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 2.700.000 persone contava 308.111 battezzati, corrispondenti all'11,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949 31.041 1.919.767 1,6 74 4 70 419 51 57 4
1970 224.342 1.850.000 12,1 87 12 75 2.578 105 125 8
1980 248.752 1.973.000 12,6 44 6 38 5.653 1 56 82 52
1990 295.340 3.003.000 9,8 46 6 40 6.420 57 115 55
1999 245.845 2.000.000 12,3 43 17 26 5.717 40 143 36
2000 261.833 2.000.000 13,1 39 17 22 6.713 54 156 36
2001 274.678 2.000.000 13,7 47 20 27 5.844 65 148 37
2002 493.016 2.300.000 21,4 70 20 50 7.043 95 110 37
2003 307.214 2.600.000 11,8 53 23 30 5.796 78 138 37
2004 308.111 2.700.000 11,4 67 36 31 4.598 82 144 37

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi