Archidona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Archidona
comune
Dati amministrativi
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Bandera de Andalucía.svg Andalusia
Provincia Flag Málaga Province.svg Malaga
Territorio
Coordinate 37°03′00″N 4°22′59.88″W / 37.05°N 4.3833°W37.05; -4.3833 (Archidona)Coordinate: 37°03′00″N 4°22′59.88″W / 37.05°N 4.3833°W37.05; -4.3833 (Archidona)
Altitudine 666 m s.l.m.
Superficie 185,59 km²
Abitanti 8 157 (2001)
Densità 43,95 ab./km²
Comuni confinanti Antequera, Loja (GR), Villanueva de Algaidas, Villanueva de Tapia, Villanueva del Rosario, Villanueva del Trabuco
Altre informazioni
Cod. postale 29300
Prefisso (+34)...
Fuso orario UTC+1
Targa MA
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Spagna
Archidona
Sito istituzionale

Archidona è un comune spagnolo di 8.157 abitanti situato nella comunità autonoma dell'Andalusia.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il capoluogo è un antico e pittoresco paese dominato dall'alto del colle su cui sorge dalle rovine di un castello arabo, trasformato in parte nel XVIII secolo da un Santuario dedicato alla Virgen de Gracia.

A nord del borgo si trova un dolmen chiamato la Cueva de las Granjas (grotta delle masserie). A destra si trova un alto roccione detto la Peña de los Enamorados dalla cui sommità secondo una leggenda popolare di amori impossibili si sarebbero buttati un cavaliere cristiano e la figlia di un Moro inseguiti dai parenti che contrastavano il loro amore.

Nella parte sudoccidentale del comune scorre il fiume Guadalhorce.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica di Archidona[1]
1787 1842 1860 1877 1887 1900 1910 1920 1930 1940 1950 1960 1970 1981 1991 2001 2007
6.971 5.684 7.401 7.714 7.723 8.894 8.899 9.159 9.471 10.478 12.319 11.710 10.054 10.048 10.204 8.206 8.736

Storia[modifica | modifica sorgente]

La località rimase sotto la giurisdizione della nobile Casata di Osuna. Nel 1901 fu insignito del titolo di città e nel 1980 è stato dichiarato Conjunto Histórico Artístico.

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Piazza Ochavada
  • Castello e Muraglie
  • Chiesa di Gesù Nazareno e Scuole Pie
  • Chiesa e convento delle minime
  • Chiesa di Santa Anna
  • Chiesa della Vittoria
  • Il palazzo del municipio (El Ayuntamiento)
  • Eremo Santuario della Virgen de Gracia
  • Piazza Ochavada

Folclore[modifica | modifica sorgente]

  • La Candelaria

La tradizione dei falò in occasione della Vergine della Candelaria è diffusa in tutta l'Andalusia. Questo rituale purificante del fuoco è correlato con la purificazione della Vergine. Ad Archidona, la festa della Candelora risale al XVI secolo: le prime ordinanze in cui si menziona risalgono al 1586.

Nel corso della Candelaria, nella chiesa di Santa Anna vengono offerte torte e pulcini alla Vergine, che esce in processione dal luogo della cappella della Columna, ora[quando?] non più esistente, fino alla sua parrocchia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ - Instituto de Estadística de Andalucía

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna