Ankaa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
α Phoenicis
α indica la posizione di Ankaa nella costellazione della Fenice.α indica la posizione di Ankaa nella costellazione della Fenice.
Classificazione Gigante arancione
Classe spettrale K0.5IIIb[1]
Distanza dal Sole 85 anni luce
Costellazione Fenice
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 00h 26m 17,1s
Declinazione -42° 18′ 21,5″
Dati fisici
Raggio medio 13 R
Massa
2,5 M
Periodo di rotazione >1 anno
Velocità di rotazione 2,1 km/s [3]
Temperatura
superficiale
4.800 K (media)
Luminosità
Indice di colore (B-V) 1,08
Dati osservativi
Magnitudine app. +2,37
Magnitudine ass. +0,33[2]
Parallasse 42.14 ± 0.78 mas
Moto proprio AR: 233.05 mas/anno
Dec: -356.30 mas/anno
Velocità radiale +75.2 km/s
Nomenclature alternative
Ankaa, Nair al Zaurak, Cymbae, Lucida Cymbae, HR 99, CD -42°116, HD 2261, LTT 231, GCTP 71.00, SAO 215093. FK5 12, HIP 2081

Ankaa (α Phe / α Phoenicis / Alpha Phoenicis) è la stella più brillante della costellazione della Fenice. La sua magnitudine apparente è +2,37[1] e dista 85 anni luce dalla Terra[2].

Il nome tradizionale di Ankaa proviene dall'arabo العنقاء al-‘anqā’ "la fenice". Gli astronomi arabi medievali formarono la costellazione del Dhow (piccola imbarcazione a vela triangolare) dove era la Fenice, tanto che un altro nome popolare per la stella è Nair al-Zaurak da النائر الزورق an-na’ir az-zawraq "la (stella) più brillante del battello". La traduzione latina è Cymbae, da lūcida cumbæ. Altro nome utilizzato è Testa della Fenice[4].

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Ankaa

Si tratta di una stella situata nell'emisfero australe celeste, sovrastata in splendore dalle vicine Achernar (α Eridani)) e Fomalhaut (α Piscis Australis). La sua posizione moderatamente australe fa sì che questa stella sia osservabile specialmente dall'emisfero sud, in cui si mostra alta nel cielo nella fascia temperata; dall'emisfero boreale la sua osservazione risulta invece più penalizzata, specialmente al di fuori della sua fascia tropicale, e risulta invisibile più a nord del parallelo 48°N . La sua magnitudine pari a 2,37 le consente di essere scorta con facilità anche dalle aree urbane di moderate dimensioni.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra luglio e novembre; nell'emisfero sud è visibile anche per buona parte dell'inverno, grazie alla declinazione australe della stella, mentre nell'emisfero nord può essere osservata in particolare durante i mesi autunnali boreali.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Ankaa è una gigante arancione di classe spettrale K0.5IIIb, ed è simile a molte delle stelle visibili nel cielo notturno, essendo una gigante di relativamente media grandezza stellare, avente una massa 2,5 volte quella del Sole ed un raggio 13 volte superiore[5]. Attualmente si pensa che, nella sua evoluzione stellare, si trovi circa a metà della corta ma stabile fase della combustione dell'elio, sebbene in termini astronomici non passerà molto tempo prima che essa espella il suo stato esterno in una nebulosa planetaria finendo così la sua vita tranquillamente come una nana bianca.

Ankaa è anche una stella binaria, ha una compagna, di cui non si hanno molte notizie, che le orbita attorno in un periodo di 10,5 anni, ad una distanza media di 7 UA[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b alf Phe -- Star SIMBAD
  2. ^ a b c Erik Anderson, Charles Francis, XHIP: An Extended Hipparcos Compilation in Astronomy Letters, 23 marzo 2012.arΧiv:1108.4971
  3. ^ Catalog of Stellar Rotational Velocities (Glebocki+ 2005)
  4. ^ Richard Hinckley Allen, Star-names and their meanings, G. E. Stechert, 1899, p. 336.
  5. ^ a b Ankaa (Stars, Jim Kaler)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni