Aleksandr Nikolaevič Serov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleksandr Nikolaevič Serov, ritratto di Valentin Aleksandrovič Serov, 1887-1888

Aleksandr Nikolaevič Serov (in russo: Александр Николаевич Серов?; Pietroburgo, 23 gennaio 1820Pietroburgo, 1 febbraio 1871) è stato un compositore e critico musicale russo.

Sposò la compositrice Valentina Serova ed era parente del pittore Valentin Aleksandrovič Serov.

La sua prima attività professionale fu quella di avvocato, e solo nel 1850 si dedicò alla carriera di critico musicale. Sei anni dopo assunse l'incarico di insegnante di storia della musica all'Università di Mosca e quindi in quella di Pietroburgo. Non fu solamente uno dei più importanti critici musicali russi degli anni cinquanta e sessanta del XIX secolo, ma si distinse anche come compositore di opere nel periodo intermedio che intercorse fra l'opera Rusalka di Aleksandr Dargomyžskij e le prime opere di Cezar' Kjui, Nikolaj Rimskij-Korsakov e Modest Musorgskij.

La sua carriera come compositore incominciò brillantemente con l'opera Giuditta, nel 1863, cui seguì, due anni dopo, Rogneda. Compose anche un'Ave Maria, scritto nel 1868, la musica per il dramma Nerone, la musica per orchestra Danse cosaque e vari pezzi per pianoforte[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionario di musica, di A. Della Corte e G.M. Gatti, Paravia, 1956, pag.586

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49438251 LCCN: n/80/153127