Aleksandr Konstantinovič Glazunov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleksandr Glazunov, dalla rivista The Etude, 1913

Aleksandr Konstantinovič Glazunov, in russo: Александр Константинович Глазунов? (San Pietroburgo, 10 agosto 1865Parigi, 21 marzo 1936), è stato un compositore e direttore d'orchestra russo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un editore, ebbe una solida formazione generale e brevi studi musicali. Fu allievo di Rimskij-Korsakov, il più moderno componente del Gruppo dei Cinque, ebbe come mecenate ed ammiratore l'editore Belaev che fondò una casa editrice allo scopo di pubblicare le sue opere e non gli mancò il favore della critica e del pubblico. In patria ebbe l'appoggio di Milij Balakirev che diresse la sua Prima sinfonia composta quando aveva sedici anni, all'estero la sua opera fu fatta conoscere da Franz Liszt.

Le sue sinfonie seguono l'esempio di Čajkovskij, sebbene in forma più europea, e costituiscono un importante elemento di transizione fra il grande sinfonista russo e la nuova scuola sinfonica del Novecento sovietico, i cui principali compositori furono direttamente o indirettamente suoi allievi. Generalmente, anche a causa di giudizi dell'epoca, si considerano come le sinfonie migliori la n.5 e la n.6, ma in realtà la fresca e scattante n.7 e la malinconica e meditativa n.8 sono senza dubbio le due migliori.

Fu prima insegnante (dal 1899) e poi direttore (dal 1905) del conservatorio di San Pietroburgo. Dopo il 1918 si adoperò per la ricostruzione del conservatorio. Nel 1928 abbandonò l'Unione Sovietica per stabilirsi a Parigi

Come insegnante formò molti musicisti russi tra cui Dmitrij Šostakovič; fu un apprezzato direttore d'orchestra. Oggi viene considerato un maestro della strumentazione, secondo solo a Rimskij-Korsakov. Compose quasi esclusivamente sinfonie e musiche da balletto, tra le quali capeggia la "Raymonda" in tre atti.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Per orchestra:

  • Sinfonia n. 1 in mi maggiore op.5 "Slava" (1881)
  • 2 ouverures su temi greci op.3 e op.6 (1882-83)
  • Serenata op.7 (1883)
  • Elegia alla memoria di un eroe op.8 (1885)
  • Suite caracteristique op.9 (1881-85)
  • Serenata per piccola orchestra op.11 (1884)
  • Poeme lirique op.12 (1882-87)
  • Sten'ka Razin, poema sinfonico op.13 (1885)
  • 2 pezzi op.14 (1886)
  • Sinfonia n. 2 in fa diesis minore op.16 "In memoria di Liszt" (1886)
  • Mazurka op.18 (1888)
  • La Foresta, fantasia op.19 (1887)
  • Marcia nuziale op.21 (1888)
  • Une fete slave op.26 (1888)
  • Il mare, fantasia op.28 (1889)
  • Rapsodia orientale op.29 (1889)
  • Il Kremlino, descrizione sinfonica op.30 (1890)
  • Sinfonia n. 3 in re maggiore op.33 (1890)
  • La primavera op.34 (1891)
  • Marcia trionfale per l'esposizione di Chicago op.40 (1892)
  • Carnaval, ouverture op.45 (1892)
  • Chopiniana op.46 (1893)
  • Valse de concert n. 1 op.47 (1893)
  • Sinfonia n. 4 in mi bemolle maggiore op.48 (1893)
  • Cortege solennel op.50 (1894)
  • Valse de concert n. 2 op.51 (1894)
  • Scenes de ballet op.52 (1894)
  • Fantasia op.53 (1894)
  • Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore op.55 (1895)
  • Sinfonia n. 6 in Do minore op.58 (1896)
  • Marche solennelle op.59 (1896)
  • Pas de caracter op.68 (1902)
  • Intermezzo romantico op.69 (1900)
  • Ouverture solennelle op.73 (1900)
  • Marcia sopra un tema russo op.76 (1901)
  • Sinfonia n. 7 in fa maggiore op.77 "Pastorale" (1902)
  • Suite medioevale op.79 (1902)
  • Scene dansante op.81 (1904)
  • Sinfonia n. 8 in mi bemolle maggiore op.83 (1906)
  • Il canto del destino, ouverture drammatica op.84 (1908)
  • 2 preludi <<In Memoriam>> op.85 (n. 1 a V. Stasov, 1906; n. 2 a N. Rimskij-Korsakov, 1908)
  • Alla memoria di Gogol', preludio sinfonico op.87 (1909)
  • Sinfonia n. 9 in re minore (abbozzi del I movimento incompleto, 1909)
  • Fantasia finlandese, op.88 (1909)
  • 2 pezzi finlandesi op.89 (1912)
  • Cortege solennel op.91 (1909)
  • Parafrasi su inni nazionali op.96 (1914-15)
  • Leggenda carelica op.98 (1916)
  • Poema epico (1934)

Per strumento solista e orchestra:

  • 2 pezzi per violoncello op.20 (1888)
  • Chant du ménestrel per violoncello op.71 (1900)
  • Concerto in La minore per violino e orchestra op.82 (1903)
  • Concerto n. 1 per pianoforte in fa minore op.92 (1911)
  • Concerto n. 2 per pianoforte in si bemolle maggiore op.100 (1917)
  • Concerto-ballata per violoncello (1931)
  • Concerto per sassofono contralto e orchestra d'archi in mi bemolle maggiore op.109 (in collaborazione con S. Rascher, 1933)

Musica da camera:

  • Quartetto n. 1 in re maggiore op.1 (1882)

Balletti:

  • Raymonda op.57 (1898)
  • La prova di Damis op.61 (Les ruses d'amour, da La damigella contadina di Puškin, 1900)
  • Le stagioni op.67 (1900)
  • Musica di scena per Salomé op.90 (1909)
  • Il re dei Giudei op.95 (1913)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 14958284 LCCN: n/80/79449