Alberto di Lovanio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Alberto di Lovanio
Nascita 1166
Morte 1192
Venerato da Chiesa cattolica
Canonizzazione 1613
Ricorrenza 24 novembre

Alberto di Lovanio, o Adalberto di Lovanio (Lovanio, 1166Reims, 24 novembre 1192), fu vescovo di Liegi ed è venerato come santo e martire dalla Chiesa cattolica dal 1613.

Era il secondo figlio di Goffredo III di Brabante e Margherita di Limburgo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Avviato fin da piccolo alla carriera ecclesiastica, divenne ben presto arcidiacono. A causa della pressione esercitata dal fratello, il duca Enrico I di Brabante e dallo zio venne eletto l'8 settembre 1191 vescovo di Liegi mentre una minoranza degli elettori si era espressa a favore di Alberto di Rethel, cugino di Baldovino V, duca di Hennegau e zio dell'imperatrice.

Alberto di Lovanio
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Liegi dal 1192 alla morte
Nato 1166
Consacrato vescovo 1192
Creato cardinale maggio 1192 da Celestino III
Deceduto 24 novembre 1192

Le parti si rivolsero all'imperatore per dirimere la contesa. Dopo aver sentito il parere di 14 prelati l'imperatore Enrico VI si appellò ad una clausola di diritto canonico sancita nel concordato di Worms e nominò vescovo Lotario di Hochstaden. Alberto si rifiutò di cedere lo scranno e si appellò al papa Celestino III che lo confermò nella sua posizione e nel maggio del 1192 lo nominò cardinale diacono. Il Papa incaricò l'arcivescovo di Colonia di rinnovare la nomina a vescovo, al suo rifiuto incaricò l'arcivescovo di Reims. Alberto venne nominato vescovo il 19 settembre 1192 a Reims.

Alberto venne assassinato a Reims il 24 novembre 1192 da alcuni cavalieri tedeschi. L'assassinio destò scalpore, l'imperatore venne ritenuto responsabile e ciò contribuì alla formazione di una fazione di nobili che si oppose all'imperatore nel periodo 1193-1194.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Liegi Successore BishopCoA PioM.svg
Rodolfo di Zähringen 1191-1192 Lotario di Hochstaden

Controllo di autorità VIAF: 81686563