Adriano Baracco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adriano Baracco (Vicenza, 28 settembre 1907Milano, 22 luglio 1976) è stato un giornalista, sceneggiatore, produttore cinematografico e curatore di riviste, nonché scrittore di fantascienza italiano.

È noto soprattutto per avere curato i settimanali di cinema Hollywood - settimanale cinematografico dal 1945 al 1952 per 380 numeri complessivi e Festival - piccolo settimanale di attualità cinematografiche dal 1953 al 1961, nonché di Novelle Film dal 1947 al 1958 per 575 numeri complessivi, stampati tutti per le edizioni Avagliano di Milano.

Si dedicò anche al cinema come produttore: nel 1961 fondò insieme a Mino Loy la Zenith Cinematografica, che finanziò perlopiù documentari e film a mediometraggio per ragazzi e della quale fu produttore esecutivo fino al 1964. Tra il 1962 e il 1972 sceneggiò una ventina di pellicole, dirette tra gli altri da Vittorio Sala, Alessandro Blasetti, Mauro Bolognini, Dino Risi e Alberto Lattuada.

Scrisse due romanzi di fantascienza sotto lo pseudonimo di Audie Barr, entrambi pubblicati nella collana Urania: I figli della nuvola (1957) e Gli schiavi di Rox (1958). Scomparve a 68 anni.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]