Adama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adama
città
Nazret
Adama – Veduta
Localizzazione
Stato Etiopia Etiopia
Regione Oromia
Zona Misraq Shewa
Woreda Adama
Territorio
Coordinate 8°33′N 39°16′E / 8.55°N 39.266667°E8.55; 39.266667 (Adama)Coordinate: 8°33′N 39°16′E / 8.55°N 39.266667°E8.55; 39.266667 (Adama)
Altitudine 1.712 m s.l.m.
Abitanti 228 623 (2005)
Altre informazioni
Prefisso 22
Fuso orario UTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Etiopia
Adama

Adama, anche conosciuta[1] con il nome di Nazret, è una città nell'Etiopia centrale, la quale fu anche capitale della regione di Oromia. È situata nella Zona di Misraq Shewa della Regione di Oromia, alle coordinate di 8°33′00″N 39°16′12″E / 8.55°N 39.27°E8.55; 39.27 è a un'altezza di 1.712 metri sul livello del mare, 99 km a sud-est di Addis Abeba. La città si trova al di sotto di una scarpata, situata verso l'ovest della città, e la Great Rift Valley verso il sud-est.

Stando alla Central Statistical Agency, dell'Etiopia, nel 2005, questa città aveva una popolazione di 228.623 individui, di cui 114.255 maschi e 114.368 femmine,[2] questa è solo una stima, ma è certo che la città possiede più di 200.000 abitanti.[3] Il censimento nazionale del 1994 riferisce di una popolazione di 127.842 di abitanti, di cui 61.965 maschi e 65.877 femmine.

Visione d'insieme[modifica | modifica wikitesto]

Adama è un centro di trasporto molto attivo e indaffarato. La città è situata lungo la strada che da Addis Abeba porta a Diredaua. Un gran numero di camion usano questa strada per viaggiare dal e per i porti marittimi di Gibuti e Assab (anche se quest'ultimo non è usato dall'Etiopia a seguito della guerra Etiopia-Eritrea). La linea ferroviaria tra Gibuti e Addis Abeba passa attraverso questa città. La città di Adama ha una sua Università (in principio era l'Adama Technical Teachers College) e una sua squadra di calcio, Adama City FC che gioca nell'Adama Stadium ed è iscritta alla Federazione calcistica dell'Etiopia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del XX secolo l'Imperatore Haile Selassie decidette di nominare questa città a seguito della città di Nazareth in Israele. Ma nel 2000 si decise di riusare il suo vecchio nome aborigeno di Adama.[4]

Nel 2000, il governo Etiope, decise di spostare la capitale della regione di Oromia, da Addis Abeba a Adama, non però senza imbattersi in numerose controversie. Questo fece credere che il governo Etiope volle deenfatizzare la località di Addis Ababa entro i confini della regione di Oromia.[5][6] Sull'altro lato della medaglia, era sconveniente usare la città di Addis Ababa per evolvere il linguaggio, la cultura e la storia degli aborigeni Oromo appartenenti a questa regione dell'Oromia."[7]

Il 10 giugno del 2005 la Oromo Peoples' Democratic Organization (OPDO), facente parte del EPRDF, ha annunciato di rivoler spostare la capitale regionale a Finfinne (il nome aborigeno Oromo della città di Addis Abeba).[8] L'annuncio si fece dopo le conseguenze delle elezione democratiche, del 2005, nelle quali tutte le coalizioni di governo persero i propri seggi nell'amministrazione municipale di Addis Ababa. I partiti di opposizione specularono che questa mossa era intesa come un modo di dividersi tra le diverse etnie e incitare le genti non appartenenti alla etnia degli aborigeni Oromo ad opporsi al ritorno del governo della regione Oromia, nella capitale Etiope. Gli unici commenti che questa mossa ha ispirato nell'opposizione e che muovere la capitale regionale a Adama è stato uno spreco di denaro pubblico così come una perdita inutile di vite umane visto che il governo ha dovuto sedare una rivolta di studenti aborigeni Oromo che si opponevano allo spostamento della capitale regionale da Addis Abeba a Adama. In tutti questi casi, comunque, i gruppi non appartenenti al gruppo aborigeno degli Oromo, non si opposero in nessun modo al rispostamento degli uffici della capitale regionale di Oromia nella capitale Etiope di Addis Abeba.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alain Gascon, "Adaama" in Siegbert von Uhlig, ed., Encyclopaedia Aethiopica, Wiesbaden:Harrassowitz Verlag, 2003, p.70.
  2. ^ CSA 2005 National Statistics, Table B.3
  3. ^ Butler, Rhett A., 2005 population estimates for cities in Ethiopia in Mongabay.com, 2004. URL consultato il 28 febbraio 2006.
  4. ^ Aadu - Alyume (PDF) in Local History in Ethiopia, Nordic Africa Institute, 2008, p. 28. URL consultato l'11 novembre 2010.
  5. ^ Hameso, Seyoum and Tilahun Ayanou Nebo, Ethiopia: A New Start? in The Sidama Concern, 2000. URL consultato il 25 febbraio 2006.
  6. ^ Mosisa, Abraham T., Letter to U.N. Secretary-General, Oromo Studies Association, 13 gennaio 2004. URL consultato il 25 febbraio 2006 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2006).
  7. ^ Nazareth Selected as Oromiya's Capital, Walta Information Center, 13 luglio 2000. URL consultato il 25 febbraio 2006.
  8. ^ Chief Administrator of Oromia says decision to move capital city based on study, Walta Information Center, 11 giugno 2005. URL consultato il 25 febbraio 2006 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2005).

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Philip Briggs, Guide to Ethiopia, Old Saybrook, Connecticut: Globe Pequot Press, 1995. ISBN 1-56440-814-0 - inglese

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Africa Portale Africa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa