Accompagnatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Accompagnatore o ragazza/o squillo o anche escort (quest'ultimo è un termine della lingua inglese) indica una tipologia di lavoratore o lavoratrice del sesso.

Differenza con il termine prostituta e gigolò[modifica | modifica wikitesto]

Diversamente dalle prostitute di strada, non porta un abbigliamento diverso dal vestire comune (non dovendo adescare clienti sulla strada). Non opera infatti presso case chiuse o bordelli nemmeno nelle nazioni in cui esistono, anche se può lavorare appoggiandosi ad una agenzia. Il cliente prende un appuntamento, normalmente chiamando un numero di telefono, da cui l'altro termine ragazza/o squillo (usato quasi esclusivamente al femminile, e corrispondente all'inglese call girl, ragazza a chiamata). Non tutti gli accompagnatori sono da considerarsi lavoratori del sesso, dato che alcuni si occupano soltanto di accompagnare donne o uomini che non vogliono andare da soli a teatro o al ristorante.

Un'altra differenza sostanziale con le prostitute più comunemente dette è data dal costo per un accompagnamento, relativamente alto, anche perché usufruiscono di un tale servizio persone ricche o benestanti. Tale servizio viene effettuato anche da fotomodelle come secondo lavoro, che devono far ben figurare la persona che accompagnano (in caso di accompagnamento in pubblico) o che sono invitate ad "abbellire" feste o cene, indifferentemente se poi si arriva o no alla prestazione sessuale con l'accompagnato.

Gli accompagnatori e le accompagnatrici pubblicizzano spesso i loro servizi tramite i piccoli annunci sui quotidiani o tramite internet, anche se un intermediario, come un'agenzia di accompagnatori (anche se più spesso si tratta di accompagnatrici), può promuovere il servizio con forme pubblicitarie più sofisticate.

Uso del termine inglese[modifica | modifica wikitesto]

L'uso della parola escort, non era molto diffuso in lingua italiana fino a pochi anni fa, specie con questo senso (almeno non nel "grande pubblico"); ad esempio il Sabatini-Colletti riporta i soli significati di "guida turistica" e "scorta"[1]. A causa dello scandalo della politica italiana scoppiato a giugno del 2009, i giornalisti hanno fatto un uso massiccio del termine che di conseguenza nell'immaginazione popolare viene collegato spesso agli scandali politici e alla prostituzione[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Escort: Definizione e significato di Escort – Dizionario italiano – Corriere.it
  2. ^ In uno dei suoi "Passaparola", una rubrica video settimanale, Marco Travaglio ironizza sul termine inglese dicendo che era stato usato in modo da far pensare alla gente che in un palazzo del governo al centro degli scandali fossero state fatte entrare delle vecchie Ford Escort, e non delle ragazze

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]