Abiatico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine abiatico (o nipote abiatico) è usato per indicare il "nipote del nonno". È usato soprattutto laddove sia necessario non rischiare confusioni col "nipote di zio", ad esempio in campo giuridico (si veda ad esempio la voce Successione legittima).

Il termine deriva dal latino aviaticum e quindi da avus (avo).

La lingua italiana, pur ricchissima di termini, si è mostrata in questo caso parca, mantenendo dal latino nepōs e nepotis entrambi i significati di nipote, sia per indicare il "figlio del figlio o della figlia" (l'abiatico) che il "figlio del fratello o della sorella". Altre lingue, anche romanze, hanno sviluppato termini diversi per indicare il diverso grado di parentela, come avviene ad esempio col francese (petit-fils ~ neveu), spagnolo (nieto ~ sobrino), catalano (nét ~ nebot), portoghese (neto ~ sobrinho) e anche l'inglese (grandson ~ nephew), il tedesco (Enkelsohn ~ Neffe), il polacco (wnuk ~ bratanek).

Pur essendo formalmente corretto, il termine abiatico non è mai diventato di uso comune nell'italiano a livello nazionale. È un po' più diffuso nell’Italia settentrionale, in particolare in Lombardia, dove si può mettere in relazione con la voce dialettale lombarda biàdec.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica