A Twist in the Myth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Twist In The Myth
Artista Blind Guardian
Tipo album Studio
Pubblicazione 5 settembre 2006
Durata 51 min : 31 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Power metal
Heavy metal
Etichetta Nuclear Blast, Nuke
Blind Guardian - cronologia
Album successivo
(2010)

A Twist In The Myth è l'ottavo album dei Blind Guardian.

Disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco segna una nuova progressione nel sound dei Blind Guardian. Pur non tradendo le proprie origini, i pezzi sono di durata minore rispetto ai lavori passati e le orchestrazioni presenti in maniera così massiccia nel precedente A Night at the Opera sono diminuite in favore di un sound più diretto, non mancano pezzi molto orientati al progressive (Fly, Otherland o Another Stranger Me), altri prettamente heavy (This Will Never End o The Edge) e canzoni melodiche (Carry the Blessed Home o Skalds & Shadows). Fly è stato il primo singolo scelto dal gruppo, mentre Another Stranger Me il secondo. Per ammissione dello stesso cantante, il disco è abbastanza thrashy, prendendo però ispirazione dagli ultimi lavori dei Blind Guardian come Nightfall in Middle-Earth e Imaginations from the Other Side.

Le tracce Carry the Blessed Home e Skalds & Shadows fanno parte della colonna sonora del film di Uwe Boll In the Name of the King.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. This Will Never End - 5:07
  2. Otherland - 5:14
  3. Turn The Page - 4:16
  4. Fly - 5:43
  5. Carry the Blessed Home - 4:03
  6. Another Stranger Me - 4:36
  7. Straight Through The Mirror - 5:48
  8. Lionheart - 4:15
  9. Skalds And Shadows - 3:13
  10. The Edge - 4:27
  11. The New Order - 4:29
  12. Dead Sound Of Misery - 5:20 (BONUS)
  13. All The King's Horses - 4:11 (Japanese bonus track)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal