751

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
VII secolo · VIII secolo · IX secolo
Anni 730 · Anni 740 · Anni 750 · Anni 760 · Anni 770
747 · 748 · 749 · 750 · 751 · 752 · 753 · 754 · 755

Il 751 (DCCLI in numeri romani) è un anno dell'VIII secolo.

751 negli altri calendari
Calendario gregoriano 751
Ab Urbe condita 1504 (MDIV)
Calendario armeno 199 — 200
Calendario bengalese 157 — 158
Calendario berbero 1701
Calendario bizantino 6259 — 6260
Calendario buddhista 1295
Calendario cinese 3447 — 3448
Calendario copto 467 — 468
Calendario ebraico 4510 — 4511
Calendario etiopico 743 — 744
Calendario induista
Vikram Samvat
Shaka Samvat
Kali Yuga

806 — 807
673 — 674
3852 — 3853
Calendario islamico 133 — 134
Calendario persiano 129 — 130

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • 31 ottobre - 23 gennaio 752 : assemblea di Soissons: il maggiordomo Pipino il Breve viene eletto re dalla nobiltà franca con l'approvazione della Chiesa cattolica (e segnatamente del vescovo San Bonifacio, deponendo l'ultimo dei re merovingi Childerico III, che viene internato in un monastero.
  • Nella battaglia del Talas, l'esercito musulmano abbaside guidato da Ziyād b. Ṣāliḥ al-Khuzā'ī sconfigge un esercito cinese della dinastia T'ang guidato da Kao Hsien-chih.
  • Il re longobardo Astolfo, dopo le esitazioni del fratello Rachis (per questo deposto), conquista le città di Ravenna e della Pentapoli, vincendo l'ultimo esarca Eutichio. Occupandone il territorio mette fine così' all'Esarcato bizantino in Italia.
  • 4 juillet : un diplôme du roi des Lombards Aistulf, daté de Ravenne, montre que la ville est aux mains des Lombards (v.) C'est la fin de l'Exarchat de Ravenne et de la domination byzantine en Italie centrale.
  • Le terre dell'ex-Esarcato verranno riconquistate da Pipino il Breve in due campagne successive (del 754 e del 756) portate avanti dopo la sua incoronazione, a causa dei tentativi di Astolfo di occupare anche il Ducato romano, e donate al Papato come da precedente promessa.
  • Con la fine dell'Esarcato di Ravenna scatta l'indipendenza anche giuridica della Repubblica di Venezia, di quella di S. Marino e del Ducato romano (come Stato della Chiesa).

Nati[modifica | modifica wikitesto]

Morti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]