Vikram Samvat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il Vikram Samvat (विक्रम संवत् - vikrama saṃvat; anche विक्रम, "Vikrama", "coraggio", perché si ritiene sia stato iniziato dal leggendario re विक्रमादित्य, Vikramāditya, letteralmente "sole di coraggio"; talvolta Bikram Sambat) è il calendario ufficiale del Nepal. Spesso è abbreviato come B.S..

Il Vikrama è un samvat (calendario indù, cioè costruito secondo i precetti della religione induista) seguito in molte aree dell'Asia meridionale, come Nepal e nel Nord dell'India, nonostante il calendario nazionale indiano abbia origine dallo Shalivahana samvat o Saka samvat, iniziato da Shalivahana, re dei Saci

È un calendario lunare basato sulla tradizione induista, e risulta in anticipo di 56,7 anni rispetto al calendario gregoriano. L’anno 2000 d.C., per esempio, equivaleva all’anno 2056/2057 B.S..

Nella tradizione indiana e nepalese si tramanda che questo calendario fu stabilito dal leggendario re Vikramāditya dopo una vittoria militare sul popolo degli Sciti nel 56 a.C.

È stato adottato come calendario ufficiale del Nepal nel 1903 ad opera del primo ministro Chandra Shamsher in sostituzione del tradizionale Nepal Sambat.

Differenze tra Vikrama e Shalivahana[modifica | modifica wikitesto]

Sia il Vikrama sia lo Shalivahana sono calendari lunisolari, e prevedono cicli annuali di dodici mesi lunari, ciascun mese diviso in due fasi: la 'metà luminosa' (shukla paksha) e la 'metà oscura' (bahula paksha o krishna paksha), corrispondenti rispettivamente ai periodi di luna crescente e calante. Perciò, il periodo tra il primo giorno dopo la luna nuova e il giorno di luna piena costituisce lo shukla paksha o 'metà luminosa' del mese; il periodo tra il primo giorno dopo la luna nuova e il giorno di luna nuova costituisce il bahula paksha o 'metà oscura' del mese.

I nomi dei 12 mesi, come la loro successione, sono gli stessi in entrambi i calendari; tuttavia, il capodanno è celebrato in momenti diversi e l'"anno zero" dei due calendari è differente; nel calendario Vikrama, l'anno zero è il 56 a.C. del calendario gregoriano, mentre nel calendario Shalivahana è il 78 d.C. Il calendario Vikrama comincia con il mese Kartika (ottobre/novembre) e la festa Deepavali segna il capodanno; il calendario Shalivahana comincia con il mese Chaitra (marzo/aprile) e la festa Ugadi/Gudi Padwa segna il capodanno.

Un'altra differenza tra i due calendari è che mentre ogni mese nel Vikrama comincia con la 'metà oscura' seguita dalla 'metà luminosa', nello Shalivahana accade l'opposto; ciò però non accade in alcuni mesi particolari che vengono schiacciati "a panino" tra i paksha dei mesi regolari: questo sistema è comune anche ad altri calendari indù ed è chiamato pūrnimānta māna.

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

L’anno inizia solitamente verso la metà di aprile del calendario gregoriano. I mesi sono dodici, con una durata variabile da 29 a 32 giorni.

Nome mese Numero giorni corrispondenza calendario gregoriano
Baiśākha - बैशाख 31 aprile - maggio
Jeṭha - जेठ 31 - 32 maggio - giugno
Asāra - असार 31 giugno - luglio
Śāvaṇa - शावण 32 luglio - agosto
Bhādra - भाद़ 31 - 32 agosto - settembre
Asoja - असोज 30 - 31 settembre - ottobre
Kārtika - कार्तिक 29 - 30 ottobre - novembre
Maṃsira - मंसिर 29 - 30 novembre - dicembre
Pauṣa - पौष 29 - 30 dicembre - gennaio
Mādha - माध 29 - 30 gennaio - febbraio
Phāgūna - फागून 29 - 30 febbraio - marzo
Caita - चैत 30 - 31 marzo - aprile
India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India