70 millimetri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il 70 millimetri è una pellicola che, rispetto al tradizionale 35mm, permette di impressionare un fotogramma più grande donando una definizione maggiore alle immagini impresse.

Formato[modifica | modifica sorgente]

In realtà, in fase di ripresa la dimensione reale della celluloide è di 65 mm, solo la copia positiva sarà stampata in 70 mm. L'audio viene inciso su 4 piste magnetiche posizionate direttamente sulla pellicola 70 mm per fornire 6 canali sonori. Poiché in fase di ripresa queste piste non servono, si pensò di realizzare un negativo più piccolo e quindi meno ingombrante della larghezza di 65 mm così che i 5 mm in più sulle copie positive sarebbero state occupate dalle piste magnetiche. Oggi i tempi sono cambiati ed è sopraggiunto il suono digitale DTS-70 che consiste in un compact disc contenente l'intera colonna sonora a 6 canali letta in sincrono con la pellicola ma la tradizione di girare in 65 mm si è mantenuta.

La pellicola 70 mm occupa 8 perforazioni in altezza con un'area di 1728 mm2 (36 x 48 mm) in questo modo la qualità delle immagini viene migliorata di ben 6 volte rispetto alle proiezioni che vengono effettuate con una normale pellicola 35 mm.

Gli ultimi film a essere stati girati interamente in questo costoso formato sono Hamlet di Kenneth Branagh, Atlantis - L'impero perduto di Gary Trousdale e Kirk Wise (film a cartoni animati) e The Master di Paul Thomas Anderson. Anche parti del film The New World - Il nuovo mondo di Terrence Malick sono state girate con questo tipo di pellicola.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema