Yuusha Raideen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yuusha Raideen
勇者ライディーン
(Yūsha Raidīn)
Raideen.jpg
serie TV anime
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autori Masaki Tsuji, Sōji Yoshikawa
Regia Yoshiyuki Tomino (episodi 1-26), Tadao Nagahama (episodi 27-50)
Char. design Yoshikazu Yasuhiko
Mecha design Yoshitake Suzuki
Studio Sunrise
Rete Net TV Asahi
1ª TV 4 aprile 1975 – 26 marzo 1976
Episodi 50 (completa)
Distributore it. Yamato Video
Genere mecha

Yuusha Raideen (勇者ライディーン Yūsha Raidīn?) è una serie anime di genere Mecha. Prodotto dalla Tohokushinsha, Asahi New Agency e Sunrise, venne trasmesso dal canale NET (ora TV Asahi) dal 4 aprile 1975 al 26 marzo 1976 per un totale di 50 episodi. Il titolo internazionale ufficiale è Raideen The Brave. Durante il Lucca Comics 2015 la Yamato Video ne annuncia l'uscita in edizione Home Video per aprile 2016, successivamente al Festival del Fumetto di Novegro (MI) la casa editrice milanese ha annunciato che l'anime è in fase in doppiaggio e che l'uscita slitterà a tempo indeterminato.

Prima serie mecha di Yoshiuki Tomino, è ricordata per aver introdotto nel genere il primo robot di origini mistiche anziché scientifiche e la consuetudine del colpo finale assestato ai nemici a fine episodio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un letargo durato migliaia di anni, l'impero dei demoni Youma si risveglia e inizia una invasione per impadronirsi della Terra. Raideen, il robot gigante protettore della civiltà Mu, sente la loro presenza e si risveglia all'interno di una piramide. Un giovane ragazzo di nome Akira Hibiki viene avvertito della minaccia dell'impero dei demoni da una misteriosa voce e entra nella piramide. Viene rivelato che Akira è un discendente del popolo di Mu e che deve aiutare Raideen a salvare la Terra. Akira entra dentro il robot passando sopra una rampa e incastrandosi nella testa di Raideen con la sua moto e ne assume il controllo in una cabina di pilotaggio. In tipico stile anime, Akira è aiutato da Mari Sakurano, la figlia di un famoso scienziato, e da i suoi amici del club di Calcio. A metà serie, il signore dell'impero dei demoni Youma, Barao, viene liberato dalla sua prigionia ed è determinato a concludere ciò che ha iniziato eoni fa.

Il mecha[modifica | modifica wikitesto]

Raideen[modifica | modifica wikitesto]

  • Altezza: 50 metri.
  • Peso: 520 tonnellate.
  • Armatura: Mutronium.
  • Fonte di energia: Pyramid Power generato dalla stella di Ra Mu.

Armi[modifica | modifica wikitesto]

  • God Missiles: Missili a forma di uccelli che vengono lanciati dall'addome.
  • God Block: Uno scudo retrattile sul braccio destro.
  • God Breaker: Una spada nascosta nel God Block.
  • God Boomerang: Un boomerang tagliente tenuto nel braccio destro.
  • God Gorgon: Freccie a forma di arpioni lanciante con un arco tenuto nel polso sinistro. Queste freccie vengono imbevute con dell'energia che fa esplodere il bersaglio. Talvolta viene lanciata una moltitudine di freccie alla volta con un attacco chiamato God Gorgon Tabane Uchi Da.
  • Aura Shock: Una scarica elettrica lanciata dalle dita.
  • God Alpha: Un campo di energia che scaglia via l'avversario.
  • God Pressure: Un raggio sparato dalla fronte.
  • God Voice: Sul petto di Raideen compaiono degli amplificatori e Akira grida God Ra Mu , facendo lanciare dagli amplificatori degli anelli di energia sonica che distruggono l'avversario a livello molecolare. Però questo attacco ha delle gravi ripercussioni su Akira.

God Bird[modifica | modifica wikitesto]

Raideen si trasforma in un jet dall'aspetto simile a un aquila dotato con delle proprie armi.

  • Ramming: Il God Bird si scontra con l'avversario a velocità super sonica.
  • God Bird Claw: Gli artigli del God Bird.
  • God Thunder: Attira dei fulmini dal cielo per poi lanciarli contro l'avversario.
  • Head Cutter: La testa del God Bird si separa dal corpo, rivelando una grande lama.


Cast[modifica | modifica wikitesto]

  • Akira Hibiki: Akira Kamiya (Giapponese), Riccardo Sarti (italiano)[senza fonte]
  • Mari Sakurano: Makoto Kousaka, Kiyoko Shibata
  • Tarou Sarumaru: Ikuo Nishikawa
  • Dan Araiso: Keisuke Yamashita
  • Reiko Hibiki: Misako Hibino
  • Riki Jinguuji: Makio Inoue
  • Rei Asuka: Kotoe Taichi
  • Daisaburou Higashiyama: Shojiro Kihara
  • Prince Sharkin: Osamu Ichikawa
  • Berostan: Kaneta Kimotsuki
  • Barao: Junpei Takiguchi
  • Daldan: ???
  • Gourai: ???
  • Gekido: ???

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga