Il prode Raideen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Yuusha Raideen)
Il prode Raideen
勇者ライディーン
(Yūsha Raidīn)
Raideen.jpg
Generemecha
Serie TV anime
AutoreMasaki Tsuji, Sōji Yoshikawa
RegiaYoshiyuki Tomino (episodi 1-26), Tadao Nagahama (episodi 27-50)
Char. designYoshikazu Yasuhiko
Mecha designYoshitake Suzuki
StudioSunrise
ReteNet TV Asahi
1ª TV4 aprile 1975 – 26 marzo 1976
Episodi50 (completa)
Editore it.Yamato Video

Il prode Raideen (勇者ライディーン Yūsha Raidīn?) è una serie anime di genere Mecha. Prodotto dalla Tohokushinsha, Asahi New Agency e Sunrise, venne trasmesso dal canale NET (ora TV Asahi) dal 4 aprile 1975 al 26 marzo 1976 per un totale di 50 episodi. Il titolo internazionale ufficiale è Raideen the Brave. Prima serie mecha di Yoshiuki Tomino, creatore della serie Mobile Suit Gundam.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un letargo durato migliaia di anni, l'impero dei demoni Yoma si risveglia e inizia una invasione per impadronirsi della Terra. Raideen, il robot gigante protettore della civiltà Mu, sente la loro presenza e si risveglia all'interno di una piramide. Un giovane ragazzo di nome Akira Hibiki viene avvertito della minaccia dell'impero dei demoni da una misteriosa voce e entra nella piramide. Akira entra dentro il robot passando sopra una rampa e incastrandosi nella testa di Raideen con la sua moto e ne assume il controllo in una cabina di pilotaggio. In tipico stile anime, Akira è aiutato da Mari Sakurano, la figlia di un famoso scienziato, e dai suoi amici del club di Calcio. A metà serie, il signore dell'impero dei demoni Yoma, Barao, viene liberato dalla sua prigionia ed è determinato a concludere ciò che ha iniziato eoni fa. Nel corso della serie viene rivelato che Akira è un discendente del popolo di Mu e che dovrà aiutare Raideen a salvare la Terra.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La serie è ricordata per aver introdotto nel genere il primo robot di origini mistiche anziché scientifiche e la consuetudine del colpo finale assestato ai nemici a fine episodio.

È anche la prima serie robotica ad introdurre la figura dell'antagonista giovane e fascinoso. Il principe Sharkin ricorda e anticipa dal punto di vista estetico il più famoso Char Aznable della serie Mobile Suit Gundam (dello stesso Yoshiuki Tomino).

L'edizione italiana contiene due doppiaggi realizzati appositamente per l'uscita in Dvd. Il primo utilizza nomi dei colpi e delle armi fedeli all'edizione originale. Il secondo doppiaggio utilizza invece dei colpi italianizzati, restando sostanzialmente fedele allo stile delle serie robotiche andate in onda negli anni '70/80 in Italia.

Per l'edizione italiana in Dvd è stato realizzato un nuovo brano musicale di apertura.

Il mecha[modifica | modifica wikitesto]

Raideen[modifica | modifica wikitesto]

  • Altezza: 50 metri.
  • Peso: 350 tonnellate.
  • Armatura: Mutronium.
  • Fonte di energia: Pyramid Power generato dalla stella di Ra Mu.

Armi (versione originale e italianizzata)[modifica | modifica wikitesto]

  • God Missiles (missili alati): Missili a forma di uccelli che vengono lanciati dall'addome.
  • God Block (scudo mistico): Uno scudo retrattile sul braccio destro.
  • God Block - Spin (scudo mistico - attacco lacerante): variante del precedente. lo scudo effettua una rotazione ed estrae delle lame
  • God Block - Big Spin (scudo mistico - vortice): altra variante del god block /scudo mistico
  • God Breaker (spada divina): Una spada nascosta nel God Block.
  • God Boomerang (boomerang supremo): Un boomerang tagliente tenuto nel braccio destro.
  • God Bowgun (arco divino): Frecce a forma di arpioni lanciate con un arco tenuto nel polso sinistro. Queste frecce vengono imbevute con dell'energia che fa esplodere il bersaglio. Talvolta viene lanciata una moltitudine di frecce alla volta, con un attacco chiamato God Bowgun Tabane Uchi Da (Fascio di frecce).
  • Aura Shock: Una scarica elettrica lanciata dalle dita.
  • God Alpha (Illuminazione suprema): Un campo di energia che scaglia via l'avversario.
  • God Pressure (scarica dirompente): Un raggio sparato dalla fronte.
  • God Voice (mantra divino): Sul petto di Raideen compaiono degli amplificatori e Akira grida God Ra Mu (Potere di Ra Mu nella versione "italianizzata") , facendo lanciare dagli amplificatori degli anelli di energia sonica che distruggono l'avversario a livello molecolare. Però questo attacco ha delle gravi ripercussioni su Akira.

God Bird (Aquila Divina)[modifica | modifica wikitesto]

Raideen si trasforma in un jet dall'aspetto simile a un'aquila dotato con delle proprie armi.

  • Ramming: Il God Bird si scontra con l'avversario a velocità super sonica.
  • Esper Burn (fiamme psichiche): Raggi energetici sparati dagli occhi del God Bird.
  • God Bird Claw Attack (Aquila Divina, morsa letale): Gli artigli del God Bird.
  • God Thunder (scarica disintegratrice): Attira dei fulmini dal cielo per poi lanciarli contro l'avversario.
  • Head Cutter: La testa del God Bird si separa dal corpo, rivelando una grande lama.

Cast (doppiatore originale ed italiano)[modifica | modifica wikitesto]

  • Akira Hibiki: Akira Kamiya / Riccardo Sarti [senza fonte]
  • Mari Sakurano: Makoto Kousaka, Kiyoko Shibata / Francesca Grisenti
  • Tarou Sarumaru: Ikuo Nishikawa / Francesco Rovatti
  • Dan Araiso: Keisuke Yamashita / Roberto Giovenco
  • Reiko Hibiki , Lemuria: Misako Hibino / Luana Congedo
  • Kyuuzou Hibiki: Kohei Miyauchi / Antonio Zanoletti
  • Ichirou Ibiki; Ichiro Murakoshi / Renzo Ferrini
  • Riki Jinguuji: Makio Inoue / Davide Pedrini
  • Nosuke (Shinnosuke): Komiya Kazue / Francesca Consalvi
  • Tobishun: Hiroko Maruyama /Elina Nanna
  • Koppe: Takago Sasuga / Francesca Grisenti
  • Ponta: Yoneko Matsukane / Francesca Consalvi
  • Acchan: Yoneko Matsukane \ Jessica Grossule
  • Rei Asuka: Kotoe Taichi / Elena Voli
  • Daisaburou Higashiyama: Shojiro Kihara / Massimo Antonio Rossi
  • Principe Sharkin: Osamu Ichikawa / Stefano Zanelli
  • Velostan: Kaneta Kimotsuki / Riccardo Rovatti
  • Agyarl: Taro Sagami / Pietro Ubaldi
  • Barao: Junpei Takiguchi / Domenico Brioschi
  • Daldan: Tatsuyuki Jinnai / Davide Pedrini
  • Kyoretsu Gourai: Seizo Katou / Paolo Rossini
  • Kyoretsu Gekido: Shozo Izuka / Massimo Corengia
  • Ra Mu: Gianluca Tusco

Edizione Italiana[modifica | modifica wikitesto]

  • Edizione: Yamato Video
  • Coordinamento e produzione esecutiva: Amakusa Corps
  • Doppiaggio: Novartescenica - Bologna
  • Traduzioni: Matteo Renzi
  • Dialoghi Italiani: Stefano Cutaia
  • Supervisione Dialoghi: Renzo Riccò
  • Direzione del Doppiaggio: Stefano Cutaia
  • Assistente al doppiaggio: Luana Congedo
  • Fonici di Doppiaggio: Stefano Severini, Gianni Barretta
  • Sincronizzazione e mixage: Stefano Severini
  • La sigla italiana "Il Prode Raideen" (D. Severi / G. Bassanelli Bisbal / F. DI Sanzo) è eseguita dai In The Attic

Pubblicata il 29 giugno 2017 in due box da 5 DVD ognuno

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga