Yorick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yorick
UniversoAmleto
Lingua orig.Inglese
AutoreWilliam Shakespeare
SessoMaschio
Professionebuffone di corte
La scena del dissotterramento del teschio di Yorick in un dipinto di Eugène Delacroix

Yorick è un personaggio letterario della tragedia Amleto di William Shakespeare. Compare per la prima volta nella prima scena del Quinto atto.

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

Nella rappresentazione egli è, o meglio era (essendo rappresentato nell'Amleto come morto da tempo), un buffone di corte. È inserito come memento mori o, icasticamente, come vanitas. Non vengono date notizie biografiche su di lui, ma secondo alcuni è un personaggio ricollegabile all'infanzia di Amleto.

Nell'immaginario popolare il celebre monologo di Amleto "essere o non essere" viene spesso confuso con quello in cui egli scopre il teschio di Yorick. Questa confusione ha dato origine alle varie rappresentazioni di Amleto che pronuncia «essere o non essere» mentre regge in mano un teschio.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Hamlet: "Alas, poor Yorick ! I knew him, Horatio." [1]
  • First Clown: "[...] This same skull, sir, was Jorick's skull, the king's jester". [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Traduzione - Amleto: "Ah, povero Yorick ! Quest'uomo io lo ho conosciuto, Orazio"
  2. ^ Traduzione - Primo Becchino: "[...] Questo teschio, signore, è il teschio di Jorick, il buffone del re".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE1053464916
Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro