Yorick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yorick
UniversoAmleto
Lingua orig.Inglese
AutoreWilliam Shakespeare
SessoMaschio
Professionebuffone di corte
La scena del dissotterramento del teschio di Yorick in un dipinto di Eugène Delacroix

Yorick è un personaggio letterario della tragedia Amleto di William Shakespeare. Compare per la prima volta nella prima scena del Quinto atto.

Yorick è altresì lo pseudonimo utilizzato dallo scrittore inglese Laurence Sterne.

"Yorick figlio di Yorick" è lo pseudonimo dello scrittore e patriota italiano Pietro Coccoluto Ferrigni.

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

Nella rappresentazione egli è, o meglio era (essendo rappresentato nell'Amleto come morto da tempo), un buffone di corte. È inserito come memento mori o, icasticamente, come vanitas. Non vengono date notizie biografiche su di lui, ma secondo alcuni è un personaggio ricollegabile all'infanzia di Amleto.

Nell'immaginario popolare il celebre monologo di Amleto "essere o non essere" viene spesso confuso con quello in cui egli scopre il teschio di Yorick. Questa confusione ha dato origine alle varie rappresentazioni di Amleto che pronuncia «essere o non essere» mentre regge in mano un teschio.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Hamlet: "Alas, poor Yorick ! I knew him, Horatio." [1]
  • First Clown: "[...] This same skull, sir, was Jorick's skull, the king's jester". [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Traduzione - Amleto: "Ah, povero Yorick ! Quest'uomo io lo ho conosciuto, Orazio"
  2. ^ Traduzione - Primo Becchino: "[...] Questo teschio, signore, è il teschio di Jorick, il buffone del re".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE1053464916
Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro