Drammi storici shakespeariani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Secondo la scansione dell'in-folio divenuta tradizionale, le opere di William Shakespeare sono state suddivise in tre categorie: tragedie, commedie, e drammi storici. Alcuni storici hanno discusso per la creazione di una quarta categoria, i tardi romanzi shakespeariani. I drammi storici sono solitamente descritti come drammi basati sulle vite dei re d'Inghilterra. Le opere che rappresentano figure come Pericle, principe di Tiro, Giulio Cesare, e il leggendario Re Lear non sono solitamente incluse nella classificazione. Il Macbeth, che è basato su un re Scozzese, è solitamente incluso nelle tragedie.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

La fonte principale di queste opere è la Cronaca della storia inglese di Raphael Holinshed. Le opere di Shakespeare mettono a fuoco solo una piccola parte della vita dei personaggi e spesso omettono eventi significativi a favore del dramma.

Politica[modifica | modifica sorgente]

Shakespeare visse sotto il regno di Elisabetta I, l'ultima della Dinastia Tudor, e i suoi drammi storici sono spesso considerati come una propaganda a favore dei Tudor, perché mostrano i pericoli della guerra civile e celebrano i fondatori della Dinastia Tudor. In particolare, il Riccardo III raffigura l'ultimo membro della rivale dinastia degli York come un malvagio mostro, mentre dipinge il suo usurpatore, Enrico VII con termini splendenti. La parzialità politica è evidente anche nell'Enrico VIII, che finisce con un esuberante celebrazione per la nascita di Elisabetta. Comunque, la celebrazione shakespeariana dei Tudor in queste opere è meno importante rispetto allo spettacolare declino del mondo medioevale. Inoltre, alcuni dei drammi storici - e in particolare il Riccardo III evidenziano che il mondo medioevale è finito quando l'opportunismo e il machiavellismo si sono infiltrati nella politica. Evocando con nostalgia il tardo Medio Evo, queste opere descrivono l'evoluzione politica e sociale che portarono ai metodi attuali del governo dei Tudor, così che è possibile considerare i Drammi Storici come critica parziale della società.

Lista dei drammi storici shakespeariani[modifica | modifica sorgente]

Il ciclo della "Guerra delle due rose"[modifica | modifica sorgente]

La "Guerra delle due rose" è una frase utilizzata per descrivere la lotta dinastica combattuta in Inghilterra tra la Casa regnante dei Lancaster e quella dei pretendenti duchi di York. Alcuni degli eventi vennero drammatizzati da Shakespeare nei drammi storici Riccardo II; Enrico IV, parte 1; Enrico IV, parte 2; Enrico V; Enrico VI, parte 1; Enrico VI, parte 2; Enrico VI, parte 3; e nel Riccardo III.

Non c'è nessuna prova che queste opere furono pensate come un ciclo. Comunque nel ventesimo e ventunesimo secolo ci sono state numerose rappresentazioni teatrali di:

  1. La prima tetralogia (Enrico VI parte 1, 2, 3 e Riccardo III) come ciclo;
  2. La seconda tetralogia (Riccardo II, Enrico IV parte 1 e 2 ed Enrico V) come ciclo (a cui ci si è riferiti anche come Enriade);
  1. Tutte e otto le opere in ordine cronologico come ciclo. Quando è stato rappresentato, questo ciclo, è stato intitolato la Guerra delle due rose.

L'intero ciclo è stato filmato più volte:

  1. Nel 1960 per la miniserie inglese Un'era di Re (An Age of Kings) diretta da Michael Hayes
  2. Nel 1965 per la miniserie inglese Guerra delle due rose (The Wars of the Roses), diretta da John Barton e Peter Hall;
  3. Infine c'è stato un film che è stato ripreso direttamente dal palcoscenico, della English Shakespeare Company intitolato La Guerra delle due rose diretto da Michael Bogdanov e Michael Pennington.

La seconda tetralogia è stata la base del film Chimes at Midnight (conosciuto anche come Falstaff) diretto ed interpretato da Orson Welles.

Nell'episodio della serie TV West Wing - Tutti gli uomini del Presidente Posse Comitatus, il Presidente Josiah Bartlet assiste ad uno spettacolo intitolato Guerra delle due rose, che includeva delle scene prese dall'Enrico VI, parte 1 e 3.

Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Teatro