Week-end a Zuydcoote

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Week-end a Zuydcoote
Titolo originaleWeek-end à Zuydcoote
Lingua originaleFrancese
Paese di produzioneFrancia, Italia
Anno1964
Durata119 min
Rapporto2,35 : 1
Genereguerra, drammatico
RegiaHenri Verneuil
SoggettoRobert Merle (romanzo)
SceneggiaturaFrançois Boyer, Robert Merle
ProduttoreRobert Hakim, Raymond Hakim
Casa di produzioneStudio Canal
FotografiaHenri Decaë
MusicheMaurice Jarre
ScenografiaPierre Charron
CostumiJean Zay, Léon Zay
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Week-end a Zuydcoote (Week-end à Zuydcoote) è un film di guerra del 1964, diretto da Henri Verneuil, interpretato da Jean-Paul Belmondo e da una giovanissima Catherine Spaak.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Giugno 1940. Le truppe inglesi e francesi si ammassano sulla spiaggia di Zuydcoote (Dunkerque), nel tentativo di imbarcarsi per l'Inghilterra. Pochi i reparti organizzati e molti soldati sbandati. Fra questi Julien Maillat, il quale cerca in ogni modo di farsi imbarcare. Non riuscendoci e tornando indietro, trova due sbandati che stanno usando violenza ad una ragazza e li uccide. Jeanne si offre al suo difensore che, profondamente turbato per gli amici che ha visto morire, la invita ad andare via insieme. Quando Jeanne raggiungerà Julien sulla spiaggia, lo troverà cadavere: la guerra ha travolto i sogni di amore e tranquillità.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, che segna la terza collaborazione di Jean-Paul Belmondo col regista Verneuil, su sette film girati insieme, è un'ottima ricostruzione storica di ciò che accadde sulle spiagge di Dunkerque[senza fonte], durante l'Operazione Dynamo.

Distribuzione e censura[modifica | modifica wikitesto]

Il film è del 1964, ma in Italia è stato distribuito nel 1966. Vietato ai minori di 14 anni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema